Redazione

Disclaimer

Privacy Policy

Cambia il Reddito di Cittadinanza e dovrai dimostrare di voler lavorare

Foto dell'autore

Salvatore Dimaggio

Il reddito di cittadinanza è un argomento caldo per tante ragioni. Matteo Renzi non perde occasione di attaccarlo e di chiederne la cancellazione. Sempre più spesso la Guardia di Finanza scopre percettori del reddito di cittadinanza che lo hanno senza averne i requisiti.

Di conseguenza se ne parla sempre più spesso. Ovviamente il reddito di cittadinanza però ha anche tanti sostenitori. Innanzitutto i 5 Stelle che lo hanno introdotto e che fanno del reddito di cittadinanza una vera e propria bandiera ideologica. In secondo luogo tanti cittadini che ritengono questa misura un atto doveroso per contrastare la povertà, piuttosto forte del nostro paese specie dopo il covid.

Più facile perderlo

Il reddito di cittadinanza per ora non si tocca con buona pace delle iniziative di Renzi, ma ciò non toglie che verrà trasformato. Sostanzialmente diventa più facile perdere il diritto al reddito stesso. Scatterà l’obbligo di accettare per forza il lavoro stagionale proposto. Attualmente le modalità di proposizione del lavoro non sono chiare ed hanno suscitato polemiche. Più di qualcuno dice che ci sono delle scappatoie per poter rifiutare i primi lavori proposti. Il reddito di cittadinanza sarà, dunque più rigido. Chi lo percepisce a quanto pare dovrà assolutamente accettare le offerte di lavoro stagionali persino se saranno di soli due mesi e persino se arriveranno attraverso metodi più irrituali come SMS o messaggi WhatsApp.

Leggi anche: Se vuoi fare pubblicità su TikTok, la prima regola è non fare pubblicità

Certamente le modifiche saranno il frutto di un dibattito tra fazioni contrapposte. Quasi certamente non ne sarà stravolto l’impianto, ma altrettanto certamente si vorrà difendere la misura dalle tante critiche. 

Leggi anche: Infissi: il risparmio che va ben oltre il bonus

Il modo di far andare avanti il RdC è quello di prevenire gli utilizzi indebiti, dunque è facile che si trovi la via per rendere più stringente il meccanismo per perderlo.

Gestione cookie