L’offerta 5G di Iliad è la più conveniente sul mercato ma presto ci sarà di meglio

E’ la più conveniente sul mercato, ma presto non sarà la sola. Il mese scorso c’è stato lo storico sorpasso del 5G sul 4G.

Con questo non si vuole dire che ci siano più connessioni attive 5G rispetto alla generazione precedente, ma per la prima volta l’attivazione di nuove connessioni 5G ha superato il numero di attivazione di nuove connessioni 4G. Questo rappresenta uno spartiacque per gli operatori. Vediamo perché. Nella definizione dei prezzi delle varie fasce di offerte per gli operatori è determinante distinguere tra offerte rivolte ad un pubblico più vasto e offerte di profilo business. Evidente che sino ad oggi il 5G era stata considerata una connessione business. Dunque una connessione di alto profilo per così dire per uomini d’affari. Dunque una connessione alla quale era naturale applicare prezzi anche piuttosto elevati.

Una connessione non più business

Al contrario sul 4G si faceva una concorrenza feroce. Ma oggi con il sorpasso del 5G sul 4G è evidente che comincia la concorrenza vera anche sul 5G. Infatti sino ad oggi le offerte sul 5G erano state piuttosto asfittiche. Ma oggi Iliad offre 120 GB in 5G con le solite chiamate ed sms illimitati a soli €9,90 al mese. E’ un’offerta oggettivamente ottima è la migliore del mercato. Tuttavia le altre aziende non staranno a guardare. Non solo per ovvie ragioni di concorrenza ma anche perché ormai non ha più senso considerare il 5G come riserva di caccia esclusiva di clienti disposti a spendere di più.

Leggi anche: Il bonus auto elettrica torna attivo: ma i nuovi fondi sono scarsi. Meglio far presto

Pertanto il prezzo concorrenziale sarà il vero terreno di scontro anche per la nuova generazione di connessione. 

Leggi anche: Tempi, soldi e sorprese: tutti i vantaggi della casa prefabbricata che non conoscevi

I competitor e specialmente gli operatori virtuali, non si faranno attendere. Anche perchè gli operatori virtuali spesso fanno il “lavoro sporco” sul fronte dei prezzi stracciati, per conto dei grandi operatori.