Yellen e JP Morgan avvertono: è allarme default USA

L’allarme lanciato da Janet Yellen in occasione della sua audizione alla camera e di quelli veramente inquietanti e sarebbe sbagliato prenderlo sotto gamba.

Il segretario al tesoro ed ex numero uno della Federal Reserve Janet Yellen ha sottolineato come ci sia tempo appena sino al 18 ottobre per alzare o sospendere il tetto del debito americano. Se non si farà questo gli Stati Uniti andranno semplicemente in default. Si tratta di una prospettiva incredibilmente spaventosa per la prima economia del mondo punto perché il segretario al tesoro si è sentito in dovere di evocare uno scenario così inquietante? Il punto è che tecnicamente ha ragione e il tetto del debito andrebbe temporaneamente abolito ho sollevato. Jp Morgan la grande banca d’affari americana prende davvero sul serio questo monito e il suo numero uno ha detto che la banca si sta già preparando all’evento.

JP Morgan è preparata all’impatto

E’ davvero singolare come gli Stati Uniti rischiano di finire in default sostanzialmente nell’indifferenza generale. JP Morgan non è l’unica banca a prendere molto sul serio questa ipotesi e molte altre banche americane si stanno preparando all’impatto che questo default potrebbe avere sui loro affari. Sta ora al parlamento degli Stati Uniti impedire che questo avvenga. Ad ogni modo le grandi banche d’affari americane a quanto pare stanno comunicando ai loro clienti di prepararsi all’impatto di questo evento che è tutt’altro che teorico o meramente contabile.

Leggi anche: Carbone protagonista a causa della crisi energetica. Goldman Sachs lo vede a 190$

Una strada potrebbe essere l’approvazione di un mini bilancio provvisorio. Il problema è che i Repubblicani non vogliono. Ostruzionismo o paura legittima per le scelte che potrebbe fare Biden senza un tetto al bilancio? 

Leggi anche: Bitcoin cambia tutto: Morgan Stanley compra e Forbes prevede 100.000$

Ad ogni modo negli USA è una lotta contro il tempo parlamentare.