Vediamo perché l’Opec ha indebolito l’oro. Gli investitori fuggono

Il quadro inflazionistico nel quale siamo entrati premia il petrolio e dopo la riunione di ieri dell’Opec lo rende ancora più attraente.

L’inflazione ormai si mostra in tutta la sua capacità distruttiva. Erode salari e pensioni aggredendo i prezzi dei beni di largo consumo. Aumenti sulla bolletta e alla pompa di benzina e aumenti anche dei generi alimentari. I mercati attendono una risposta da parte delle banche centrali. Ma sai difficilmente le banche centrali aumenteranno i tassi per arginare l’incremento dei prezzi. Infatti è proprio l’aumento dei tassi che potrebbe in linea di principio far sgonfiare l’inflazione: far abbassare i prezzi di caffè, carta, energia, gas, benzina. Ma le banche centrali per non scontentare le borse assai probabilmente non interverranno. Di conseguenza la palla passa ai governi. Ma i governi europei non andranno molto oltre dei piccoli ristori per le fasce più deboli. Ristori piuttosto circoscritti, tra l’altro perché si applicheranno soltanto alla luce e al Gas e non certo tutto quel lungo elenco di beni che aumenterà inevitabilmente.

Dopo l’Opec, petrolio superstar

In una situazione del genere il petrolio rischia di fare concorrenza all’oro come bene di rifugio. La decisione dell’Opec di non aumentare la produzione e di conseguenza di non intervenire sulla spirale inflazionistica, ha deluso molti ma allo stesso tempo ha reso assai appetibile il petrolio che diventa così un investimento dai potenziali rialzi assai allettanti. Tra l’altro l’oro appare debole dal punto di vista dell’analisi tecnica. Anzi dalle prossime sedute potrebbe dimostrare un’ulteriore debolezza tecnica. Invece il petrolio è stato assai aiutato dal l’Opec. La volontà dell’Opec di non cedere sul fronte dei prezzi del petrolio significa che questo bene è destinato ad aumentare. Barclays ha visto il settore oil in aumento addirittura del 50%.

Leggi anche: Evergrande è praticamente al default. L’immobiliare mondiale trema

Di conseguenza non saranno pochi gli investitori che preferiranno puntare su un bene che assai probabilmente aumenterà come il petrolio piuttosto che su un bene veramente difensivo come loro.

Leggi anche: Bufera su TikTok: chiude senza motivo account da milioni di follower anche in Italia

Anche perché l’oro ultimamente subisce anche la concorrenza delle criptovalute come bene difensivo, sebbene molti siano contrari a questa prospettiva.