Internet of Value: la rivoluzione innescata dalle crypto spiegata da Mark Yusko

Mark Yusko è un investitore lungimirante che si è arricchito prima puntando su internet quando non era ancora la miniera d’oro che è oggi e poi puntando sulle criptovalute.

Ha scommesso con convinzione sulle crypto quando se ne parlava ancora poco. Lui è uno di quelli che fiuta gli affari in anticipo e di conseguenza è un uomo molto ascoltato dalla comunità finanziaria. E’ diventato anche un guru del mondo delle criptovalute vista la sua forte simpatia per le monete virtuali. Per lui le criptovalute sono solo l’inizio di una rivoluzione molto più grande chiamata internet of Value. Si tratta di un internet del futuro nel quale gli utenti scambieranno valore. Anzi scambieranno e genereranno tanto valore in modi oggi magari impensabili. Ma soprattutto bypassando tutti gli intermediari finanziari.

Crypto come mattoni della più grande rivoluzione

Lui certamente non è uno di quelli che vede nelle criptovalute una moda passeggera. Anzi per lui le criptovalute sono l’architrave assolutamente imprescindibile dell’Internet of Value. Cercare di tracciare oggi i confini degli internet of Value sarebbe assurdo perché è una realtà che si sta ancora costituendo. Ma certamente lo scambio e la generazione di valore saranno molto avvantaggiati. E soprattutto non ci saranno intermediari a bloccare e rendere difficoltose le cose. Questo è un atto di fiducia tremendo nei confronti delle criptovalute che suona ancora più fragoroso all’indomani delle indiscrezioni secondo le quali la Sec sta per approvare le etf su Bitcoin.

Leggi anche: Febbre da NTF. Un milione di prenotazioni per la piattaforma che non esiste ancora

Internet per il magnate ha rivoluzionato vari aspetti della vita, in una serie di ondate che hanno decostruito e poi ricostruito i vari aspetti.

Leggi anche: Tapering Fed e prezzi produzione Cina ai massimi storici, possono uccidere le borse

I media, il commercio ed ora sta per rivoluzionare il concetto stesso di valore. Lui chiama questa nuova rete del valore che si verrà a creare, la “trust net”.