Mercato digitale europeo, vertice tra il Ministro Colao e la vicepresidente Ue

Un incontro per fare il punto della situazione, e capire meglio i nuovi piani presentati dall’Italia per lo sviluppo tecnologico del paese

Mai come in questo momento storico, per il vecchio continente è importante fare il possibile affinché il dialogo sui nuovi servizi digitali avanzati si trasformi in proposte concrete per aggiornare le infrastrutture esistenti. Questo in sintesi, il contenuto del comunicato congiunto pubblicato dal Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale Vittorio Colao, a margine dell’incontro avuto sul tema con la vicepresidente esecutiva della Commissione Europea Margrethe Vestager. Entrambi al termine della riunione hanno ribadito l’importanza di continuare con l’instaurazione di una sinergia che permetta una reale collaborazione tecnologica tra gli Stati membri. In tal senso, uno degli argomenti più caldi di discussione è stato sicuramente quello relativo alle politiche di concorrenza europea. 

Nel pomeriggio si è invece tenuto un seminario per discutere di come realizzare un mercato digitale unico

Così come la composizione dei fondi del Recovery Fund che saranno destinati all’investimento in nuove tecnologie. Sembra che la vicepresidente Ue abbia apprezzato particolarmente le tempistiche che le sono state esposte da Colao, per la realizzazione del Piano Italia. Nel pomeriggio, a seguito dell’incontro tra i due esponenti politici, si era poi tenuto un seminario intitolato “Politiche e regolamentazione per favorire la concorrenza nei mercati digitali: due agende convergenti”. 

Leggi anche: Allarme Stablecoin: Fitch e Yellen le temono. Ecco i rischi

Leggi anche: Aumentano le bollette, ma sulla caldaia risparmiamo il 65% senza ISEE col bonus

Un evento organizzato dall’Università Europea di Roma in collaborazione con la Direzione generale per la concorrenza della Commissione Europea. Un seminario organizzato per iniziare a mostrare quali sono i passi fondamentali per costruire un mercato digitale europeo unico che sia in grado di convincere i cittadini della necessità di continuare nel percorso di integrazione europea intrapreso orma un ventennio fa.