Aumentano le bollette, ma sulla caldaia risparmiamo il 65% senza ISEE col bonus

Fino alla fine del 2021 è ancora possibile sfruttare il bonus caldaia.

Si tratta di uno dei tanti bonus messi in campo dal Governo per stimolare la ripresa. Il bonus caldaia è molto interessante perché non ha un limite ISEE e la detrazione fiscale arriva fino al 65%. Questo bonus che ha come scopo l’efficientamento energetico delle case italiane ha ricevuto una proroga sino a fine 2021, di conseguenza lo si può ancora utilizzare. Come detto la detrazione arriva al 65% ma solo in alcuni casi. Vediamo di capire meglio. Si ha diritto alla detrazione del 65% se si sostituisce una vecchia caldaia con una nuova a condensazione di classe A, con l’installazione di valvole di termoregolazione o pompe di calore. Si scende invece all’aliquota del 50% se si sostituisce la vecchia caldaia con una caldaia a condensazione di classe A ma sprovvista delle valvole di termoregolazione.

Due livelli di bonus

Bisogna fare attenzione ai requisiti, poiché se la caldaia che andiamo ad installare è di classe B, C o ancora inferiore, non si ha diritto ad alcuna agevolazione fiscale. Non ci sono limiti ISEE e bisogna avere una certificazione emessa da un tecnico abilitato. Il bonus copre lo smontaggio, l’acquisto, le prestazioni professionali, la fornitura e posa in opera, ecc. Dunque copre tutte le spese che si vanno a sostenere. La spesa coperta dal bonus viene recuperata in 10 tranche uguali spalmate su 10 anni che andranno in detrazione sulla dichiarazione dei redditi. Ovviamente esiste un tetto massimo, ma è assolutamente non limitante perché è molto alto: parliamo di €30.000.

Leggi anche: Guadagnare subito aprendo la scuola del futuro: scuola di coding in franchising

E’ appena il caso di ricordare che solo i pagamenti effettuati in una modalità tracciabile saranno ammessi e considerati validi ai fini della possibilità di beneficiare del bonus.

Leggi anche: Attenzione ai NFT: possono essere usati per svuotare il wallet. Su OpenSea è già successo

La richiesta va fatta entro 90 giorni dalla sostituzione della caldaia.