Canone Rai in arrivo su cellulari e tablet: Giorgia Meloni annuncia battaglia

Per Giorgia Meloni la proposta della Rai di un canone anche su cellulari e tablet è irricevibile e il suo partito dice no.

E’ tramite Facebook che Fratelli d’Italia torna sulla notizia che aveva fatto indignare tanti italiani nei giorni scorsi. Carlo Fuortes amministratore delegato della Rai aveva chiesto che il canone per la TV di Stato venisse esteso anche a cellulari e tablet. In sostanza anche chi non utilizza la TV dovrebbe pagare l’odiata tassa. Per Giorgia Meloni, Presidente di Fratelli d’Italia è un aumento mascherato e la proposta è assolutamente irricevibile. Fratelli d’Italia ricorda che il canone inserito nella bolletta elettrica è dovuto una sola volta per ogni nucleo familiare quindi questo sarebbe, in pratica, un aumento.

Troppa inflazione: non si può aumentare anche il Canone

Inoltre Fratelli d’Italia sottolinea come in un momento di inflazione e di rincari come questo, sia davvero sbagliato incrementare una tassa che già per molti italiani risulta assolutamente non dovuta ed odiosa. Fuortes in audizione presso la commissione di vigilanza aveva definito il canone Rai incongruo relativamente ai grandi impegni che la Rai si trova ad affrontare. Fratelli d’Italia ne approfitta poi per tornare sul tema della lottizzazione della Rai che a suo giudizio offre spazio soltanto ad alcuni e discrimina il suo partito. Carlo Fuortes però è convinto che questa sia la strada per rimettere ordine nei conti della Rai. Una proposta simile era già venuta fuori nel 2012 ma nessuno l’ha presa seriamente in considerazione.

Leggi anche: Stanno rubando canali YouTube per reclamizzare una truffa sulle criptovalute

In realtà stiamo entrando in un periodo di forte inflazione dunque qualunque aumento delle tasse sarebbe davvero nocivo e negativo per gli italiani.

Leggi anche: Il bonus mobili viene prorogato, ma cambia molto. Vediamo come

Di conseguenza appare molto difficile che anche questa volta questa proposta, approdi concretamente da qualche parte.