Nuove soglie contanti e bancomat: fare confusione diventa reato

Il governo Draghi così come i precedenti governi, sta facendo una dura lotta all’utilizzo del contante.

Il contante è accusato di essere il veicolo preferito dei pagamenti in nero e pertanto il governo vuole che d’ora in poi siano utilizzati soltanto pagamenti tracciabili. Non potendo eliminare completamente l’uso del contante, il governo, però, abbassa drasticamente le soglie del suo utilizzo. Vediamo come. Se fino ad oggi veniva sanzionato chi pagava in contanti a partire dai €2000 in su, bisogna dire che dal primo gennaio del 2022 la situazione cambia completamente. Infatti dal primo gennaio del 2022 saranno i €1000 la soglia superata la quale scatterà una sanzione che come vedremo è piuttosto pesante.

Soglie diverse

Dunque il governo di fatto dimezza l’utilizzo del contante. Tuttavia si sta creando una certa confusione in merito all’utilizzo del bancomat. Ma è importante fugare ogni confusione riguardo questa delicata materia. I limiti al prelievo bancomat rimangono immutati e sono pari a €1.500. Di conseguenza prelevare al bancomat sino a €1500 è perfettamente lecito. Tuttavia dall’anno prossimo diventa importante e capire cosa si fa con questi soldi. Se i €1500 prelevati dal bancomat servono per fare un unico pagamento, ecco che si sta commettendo un illecito e si rischia una sanzione fino a €15.000. Se, al contrario, i €1500 prelevati in banca vengono utilizzati per pagamenti o comunque spostamenti di denaro molteplici e nessuno dei quali supera i €999, allora tutto ciò torna ad essere pienamente fattibile.

Non fare confusione

Come abbiamo visto la sanzione è piuttosto severa perché può arrivare fino a €15.000 e nessun tipo di movimento fatto in contanti può sfuggire a questa sanzione. Attraverso questa misura il governo mira a scoraggiare fortemente la prassi dei pagamenti in nero. Tuttavia molti lamentano che questa tagliola sul contante finirà soltanto per essere un intoppo al commercio e ben pochi problemi creerà a chi vuole eludere il fisco. Inoltre c’è anche da sottolineare come anche l’utilizzo stesso del bancomat viene reso sempre più complesso.

Leggi anche: Nuova stangata Bancomat: guai a prelevare dallo sportello di un’altra banca

Ciò è causato dal fatto che i Bancomat sono sempre meno, specie nei piccoli comuni e che dall’anno prossimo scatteranno probabilmente commissioni anche più alte al prelievo.

Leggi anche: Allarme bancomat: possono scoprire il PIN anche se copri il tastierino

Ad ogni modo ciò che è importante sottolineare è che le soglie di prelievo ed utilizzo del contante sono differenziate e non bisogna fare confusione tra le due. Perché a partire dall’anno prossimo questa confusione potrebbe costare assai cara.