Bolla immobiliare: l’inflazione la gonfia, ma Evergrande può farla scoppiare

La Cina fa tremare l’economia mondiale. L’eterna questione del default di Evergrande sta gettando una luce cupa sull’economia di tutto il pianeta.

Ovviamente il problema non è circoscritto al solo Evergrande. Benché parliamo di un vero e proprio colosso, il nocciolo del problema sta in una bolla immobiliare cinese che vale cifre veramente spaventose. Se la bolla immobiliare cinese dovesse scoppiare potrebbe davvero trascinare giù tutto il comparto a livello mondiale. Infatti la fiammata inflazionistica degli ultimi mesi non ha fatto altro che gonfiare ulteriormente la bolla immobiliare globale. Ma i problemi che la Cina deve affrontare sono molteplici. La tensione con gli Usa diventa sempre più esasperante e d’altra parte i costi di produzione dei beni sono sempre più alti. L’asso nella manica cinese, vale a dire la capacità di produrre grandissime quantità di beni a prezzi bassi, sembra ormai un lontano ricordo e per il paese del dragone questo è un grosso grattacapo.

Evergrande può far scoppiare la bolla globale

Se Evergrande va in default e se altri sviluppatori dovessero seguirlo (e l’ipotesi diventa oramai sempre più probabile) l’immobiliare diventerebbe la grande gatta da pelare dell’economia mondiale. Anche perché in tanti si stanno rifugiando nell’immobiliare proprio per difendersi dall’inflazione e questo creerebbe una situazione piuttosto perversa. In soldoni: l’inflazione fa fuggire i risparmiatori verso l’immobiliare, ma ciò alimenta ancora di più proprio quella bolla che Evergrande potrebbe far scoppiare. A proposito di beni di rifugio pericolosi, sempre più analisti consigliano (purtroppo) l’uranio. Perché senza il nucleare la transizione green non si può fare. Ve lo raccontiamo all’articolo qui sotto.

Leggi anche: Purtroppo il vero bene di rifugio è l’uranio ed è una pessima notizia

Ma i beni di rifugio sono un tema caldissimo, perciò all’articolo sotto vi parliamo del bene che molti considerano il nuovo oro e che è al centro di una penuria drammatica.

Leggi anche: Il nuovo oro: ecco come guadagnare subito con i semiconduttori

Insomma Evergrande può essere lo spillo che fa scoppiare la colossale bolla del mattone.