Rottamazione quater 2022: qualcosa si muove per chi è in difficoltà

Il mondo della politica è agitato dalla questione fiscale. Archiviato questo complesso 2021, sono tanti partiti politici che chiedono una rottamazione quater.

Le ragioni sono piuttosto evidenti. Tanti italiani non ce l’hanno fatta con rottamazione ter e saldo e stralcio a mettersi in regola. Quante probabilità ci sono che ce la facciano nel 2022? Il 2022 si annuncia molto complesso a causa dell’inflazione. Già da questo mese le bollette aumenteranno del 50% e secondo alcuni potrebbero aumentare anche di più. La stangata sugli italiani secondo le associazioni dei consumatori sarà globalmente di €1200 a famiglia in quest’anno. Di conseguenza secondo tante forze politiche non ha senso non estendere pace fiscale, rottamazione e saldo e stralcio al 2022. Il dibattito è aperto ma le probabilità che un accordo più favorevole ai cittadini si raggiunga ci sono. Per ora un parziale successo tutta via è stato raggiunto.

Fibrillazione politica e risultati

Nessuno realisticamente può ignorare che le condizioni di gran parte degli italiani sono davvero critiche. Questo successo riguarda le prime cartelle esattoriali dell’anno in corso. Infatti per tutte le cartelle esattoriali che arriveranno nel primo trimestre del 2022, gli italiani non avranno il consueto termine dei 60 giorni. Il governo è intervenuto in tal senso aumentando i tempi per il pagamento. Questo termine sarà addirittura triplicato: di conseguenza ci saranno 180 giorni per poter pagare. Un termine chiaramente molto più comodo. Ma questo basterà agli italiani? Secondo molti no. E infatti probabilmente già alla ripresa dei lavori parlamentari si comincerà a ragionare di rottamazione quater. Non c’è un accordo politico fra le parti, ma sicuramente molto dipenderà dall’evoluzione dello scenario economico che non si annuncia affatto facile.

Leggi anche: Bonus casa 2022: visto di conformità ed asseverazione te li paga lo Stato

L’erario vuole fare cassa, ma non avere tolleranza con chi non ce la fa non ha molto senso, quindi la battaglia sarà sicuramente accesa.

Leggi anche: Se cambi indirizzo, con il fisco puoi rischiare grosso. Novità Cassazione

Seguiremo per voi l’evolversi della vicenda.