Fattura elettronica 2022: rischi e controlli, ma così eviti il bollo

L’estensione della fatturazione elettronica ai forfettari nel 2022 è stata fortemente criticata da più parti.

La pandemia di covid ha portato ad una grande “moria” di partite IVA e questo è certamente un grosso danno per il tessuto economico del paese. I cosiddetti forfettari sono proprio la parte più debole delle partite IVA ed andrebbero aiutati ed incoraggiati a non mollare. Questo specie in un momento in cui emerge con chiarezza che la fragilità economica della parte più povera del paese sta diventando realmente preoccupante. Purtroppo, tuttavia il fisco ritiene che con la fatturazione elettronica estesa anche ai forfettari possa avere un controllo più puntuale sull’evasione fiscale e pertanto questo obbligo ci sarà a brevissimo. A quanto pare la fatturazione elettronica per i forfettari diventerà obbligatoria entro il primo trimestre 2022. Ma dall’agenzia delle entrate arriva almeno una piccola buona notizia. Questa notizia arriva dalla risposta all’interpello numero 7 del 10 gennaio 2022. 

In alcuni casi il bollo salta

L’Agenzia delle Entrate in questa risposta come al solito vincolante, sottolinea come se l’intera operazione è imponibile Iva, si può non pagare il bollo. Prima di chiarire meglio puntualizziamo alcune cose. L’obbligo per i forfettari è stato autorizzato dalla UE, ma manca ancora una corrispettiva normativa italiana. Come detto, secondo le previsioni dovrebbe arrivare entro il primo trimestre. Va sottolineato che l’obbligo esiste già anche per i forfettari quando emettano fatture nei confronti della pubblica amministrazione. Medici ed operatori del settore sanitario, invece sono esclusi dalla fatturazione elettronica. Dunque almeno la notizia che si può evitare il bollo rappresenta una piccola novità positiva, ma il tema dei forfettari è assai caldo. Vediamo perchè. Con lo scoppio della pandemia, tantissime partite Iva non state chiuse.

Leggi anche: Superbonus 110% 2022: detrazione 4 anni e condomini misti. Molti esclusi

Poi c’è stato un rimbalzo, ma siamo a numeri molto lontani rispetto all’epoca pre covid.

Leggi anche: Il fisco diventa un Grande Fratello che legge i nostri social: stangata in arrivo

Dunque appare assai pericoloso colpire i forfettari al posto di aiutarli.