Luce e gas: dopo la stangata di gennaio, ecco quella di febbraio e le rate

L’inflazione è sempre più forte e la fiammata verso l’alto dei prezzi di luce e gas rischia davvero di mettere in ginocchio le famiglie italiane.

La stangata di gennaio sui prezzi di luce e gas è davvero straordinaria, ma i nuovi record toccati dal barile di petrolio e le tensioni internazionali fanno dire agli esperti che i rincari continueranno. In 12 mesi il costo di luce e gas è quasi raddoppiato per gli italiani e tante famiglie davvero non ce la fanno più. Le colpe sono davvero tante ma ovviamente sul banco degli imputati finisce il governo. Pochi interventi che ormai suscitano troppe critiche. Ma in realtà l’ondata dei rincari è un fenomeno davvero globale ed arginarla è difficilissimo. Tante famiglie italiane ricorreranno alle rate per pagare persino le bollette ma vediamo come funziona. Se fino ad oggi al mancato pagamento della bolletta seguiva la procedura per la sospensione di luce e gas con l’arrivo del 2022 la situazione cambia.

Situazione insostenibile e rate

Chi non riuscirà a pagare luce e gas si vedrà recapitare una lettera dal suo gestore nella quale viene informato del pagamento rateale. Si tratta di spalmare i pagamenti che non si sono riusciti a fare, nell’arco di massimo 10 rate. La prima rata equivarrà al 50% della somma dovuta mentre le altre saranno di minimo €50 e consentiranno di pagare con più comodità. Ma in definitiva la sostanza non cambia se non si riusciranno a pagare neppure le rate luce e gas verranno tagliati. Una situazione drammatica per tanti Italiani che stanno sperimentando una grande fragilità economica. Il fenomeno delle nuove povertà impatta gravemente su tante famiglie in un momento storico nel quale praticamente tutto sta aumentando di prezzo mentre specialmente al sud l’incertezza e la precarietà lavorativa sono davvero pesanti.

Leggi anche: Superbonus e Fisco: controlli preventivi, 30 giorni e GdF verifica con Prisma

Molti lamentano che il meccanismo delle rate non servirà a nulla se i rincari continuano.

Leggi anche: Torna l’Ecobonus per sostenere l’auto in crisi nera. I nuovi incentivi

Infatti le rate avrebbero avuto più senso con rincari transitori.