Bollette: raddoppiate in un anno. Bonus, rate ed eviti il distacco così

La stangata su luce e gas per quanto riguarda i consumatori Italiani è veramente tremenda.

In un anno le bollette sono praticamente raddoppiate e le associazioni dei consumatori lanciano l’allarme. Troppe famiglie italiane sono in povertà energetica, cioè solo nell’incapacità di far fronte a questi rincari tremendi. La cosa peggiore è che le banche centrali stanno tenendo i tassi a zero e così facendo permettono all’inflazione di crescere sempre di più e permettono alle bollette di continuare ad aumentare. I paesi produttori di gas e petrolio dal canto loro non aumentano la produzione e i prezzi in tutto ciò salgono alle stelle. Il governo mette in campo il bonus per le famiglie sotto gli €8000, ma per tutti gli altri la stangata è atroce. Del bonus possono usufruire anche le famiglie sotto i €20000 di ISEE, ma devono avere almeno 4 figli a carico. Anche chi è legato a macchine salvavita alimentate ad energia può usufruire del bonus.

Aumenti troppo forti, ecco come difendersi

Anche i percettori di reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza possono averlo. Ma fuori da queste categorie c’è il nulla. O meglio, ci sono le rate perché chi non riesce a pagare la bolletta può chiedere una rateizzazione. Di conseguenza chi eroga luce e gas non può staccare la fornitura direttamente, ma deve dare la possibilità all’utente di pagare a rate. Se nell’intimazione di pagamento manca l’informativa sulle rate, questa è nulla. Chi non riesce a pagare a rate dovrà rinunciare alle utenze. Le associazioni a tutela dei consumatori consigliano di ridurre i consumi di luce e gas al massimo. Vestirsi più pesanti ed abbassare il riscaldamento utilizzare gli elettrodomestici il meno possibile ed ogni altro accorgimento per quanto scomodo è il benvenuto pur di difendersi da questa stangata.

Leggi anche: Altro che RdC, arriva il Reddito di Base Universale. Come averlo

Ma tante famiglie resteranno al buio. Perciò tanti in Europa vogliono accelerare sul Reddito di Base.

Leggi anche: Allarme benzina: aumenta 1€ la settimana. L’errore che non devi fare

Il divario tra ricchi e poveri si sta cronicizzando e servono misure più incisive.