Brutta notizia per i cittadini, aumenteranno i prezzi dei discount: il motivo

Il fondatore della storica catena di supermercati Md, spiega perché nei prossimi mesi i prezzi dei prodotti aumenteranno. 

I prezzi dei supermercato e dei discount stanno per aumentare e dunque, oltre al salasso di un caro bolletta ormai insostenibili, i cittadini italiani potrebbero molto presto trovarsi a fronteggiare questa ennesima difficoltà economica. L’allarme arriva dal fondatore della storica catena di discount Patrizio Podini. L’uomo infatti, in un’intervista rilasciata al giornale Il Mattino ha spiegato che la sua catena si appresta purtroppo ad aumentare il costo dei suoi prodotti: “Noi aumenteremo un po’ i prezzi cercando di contenerli al massimo, ma speriamo di conquistare nuovi consumatori e che questi, quando confronteranno i nostri prezzi con quelli dei supermercati, ribadiranno la nostra competitività”. Aumenti che naturalmente sono dovuti ai rincari dei prezzi sul ferro e l’alluminio, così come anche all’esplosione del costo dei noli in Cina. Podini fa anche degli esempi pratici, spiegando che nei prossimi mesi vedremo i prezzi dei pomodori e dei pelati lievitare.

Aumentano i prezzi nel discount, la spiegazione del fondatore di Md

A tutto questo poi, bisognerà sommare anche gli incrementi nel settore dei trasporti:La morale? Un chilo di pomodori in scatola costerà almeno il 30% in più. Ma già adesso l’olio di semi è aumentato del 50% e non sono neanche stati trasmessi tutti i prezzi al pubblico. Se la politica non troverà soluzioni intelligenti il rischio di trascinare questa incertezza nel 2023 rimarrà forte”. 

Leggi anche: Auto: pioggia di bonus in arrivo, piano colossale da 1,5 miliardi

Leggi anche: Bonus facciate 2022: 60 o 90%, sorpresa balconi e nuova normativa

Una situazione che poi naturalmente messo in crisi anche la filiera agroalimentare come ha spiegato nella giornata di ieri la Coldiretti: “L’impennata del costo del gas, utilizzato nel processo di produzione dei fertilizzanti, ha fatto schizzare verso l’alto i prezzi dei concimi, con l’urea passata da 350 euro a 850 euro a tonnellata (+143%)”.