Nuova stangata bollette e supermercato: questi cibi non li trovi più

Nuovo aumento bollette e cibo al supermercato: attenzione, le 3 cose da fare subito.

L’Unione Europea si rimangia tutto e pronostica bollette ancora più alte ed aumenti del cibo. Ma gli esperti lo avevano previsto e vediamo come fare a correre immediatamente ai ripari.

La Banca Centrale Europea per tutto il 2021 ha ripetuto che l’inflazione era un fenomeno poco preoccupante e che sarebbe durato pochissimo. In innumerevoli occasioni la Banca Centrale dell’Unione Europea ha ribadito che non c’era nessuna ragione di preoccuparsi del fenomeno inflazionistico e che non avrebbe in alcun modo pesato su famiglie ed imprese. Questo si è rivelato clamorosamente falso. Non solo le speculazioni dei giganti del petrolio e del gas hanno fatto schizzare i costi della bolletta a livelli insostenibili per i cittadini, ma contemporaneamente un po’ tutte le materie prime sono cominciate ad aumentare di prezzo.

Pesantissimo per le famiglie

Le materie prime per l’edilizia e per la componentistica delle auto sono ormai a costi proibitivi, ma in generale tutto il mercato a vede gonfiare i prezzi giorno dopo giorno. Adesso arriva l’allarme più temuto perché l’ incremento dei prezzi toccherà anche supermercati e persino discount. Gli italiani che stretti dalla terribile morsa delle incertezze economiche e dell’inflazione si erano riversati in massa sui discount risparmiando spesso anche un bel po‘, adesso non avranno più neppure quell’ancora di salvezza. Le associazioni a tutela dei consumatori sottolineano come questa inflazione altissima sia un rischio enorme per la tenuta sociale perché sono davvero tante le famiglie che potrebbero rapidamente finire sotto la soglia di povertà. Ecco allora tre consigli pratici che le associazioni a tutela dei consumatori invitano i cittadini a seguire per non farsi strangolare dai rialzi tremendi.

Cibi che spariscono e trucchi per difendersi

Il primo è quello di usare il meno possibile l’auto perché i prezzi della benzina sono purtroppo destinati ad aumentare. Anche se adesso abbiamo superato 1,80 euro di prezzo gli esperti sostengono che ben presto supereremo anche i €2 al litro. Dunque laddove si può è importante usare i mezzi pubblici o le auto in condivisione tramite i servizi di car sharing. In casa bisogna risparmiare in ogni modo su riscaldamento ed illuminazione e bisogna tenere gli infissi assolutamente isolati per evitare dispersioni termiche. Evitare in ogni modo le pessime abitudini come televisori e lampadine accesi anche se non c’è nessuno in stanza.

Leggi anche: Nuova IRPEF, busta paga e Bonus Renzi: guida alle tante novità

Leggi anche: Bonus mobili senza ristrutturazione: libertà, nuovi termini dalle Entrate

Molto importante anche vestirsi in modo più pesante in casa in modo da mitigare l’impatto del riscaldamento. Per quanto riguarda la spesa al supermercato è particolarmente importante scaricare quelle app che ci consentono di avere a colpo d’occhio tutti i volantini dei supermarket vicino casa nostra. Essere abitudinari, andare sempre allo stesso supermercato può rivelarsi una pessima abitudine. Inutile dire che prodotti di particolare costo che ancora si trovano in qualche supermercato, diverranno un ricordo. Soprattutto vini e caffè di qualità svaniranno presto.