Bonus mobili senza ristrutturazione: libertà, nuovi termini dalle Entrate

Bonus Mobili 2022: agevolazioni per tutti con le novità delle Entrate, cosa fare subito.

Il bonus mobili è sicuramente uno dei bonus più graditi agli italiani e infatti l’ultima finanziaria lo ha prorogato al 2022. Anzi, la proroga è stata sino al 2024, ma adesso le Entrate cambiano (in meglio) la situazione.

Innanzitutto è importante chiarire che il bonus mobili e grandi elettrodomestici è un bonus molto vantaggioso perché consente di avere notevoli agevolazioni su mobili e grandi elettrodomestici. Tantissimi italiani ne hanno approfittato anche perchè uno sconto del 50%, che spesso si sommava ad altri sconti dei venditori, è un’occasione ghiotta. I paletti per avere questo bonus in realtà sono piuttosto blandi perché se inizialmente questo bonus era legato indissolubilmente ad interventi edilizi, è stato successivamente chiarito che persino una banalissima installazione di un climatizzatore a pompa di calore può essere uno di quegli interventi edilizi che possono fare da presupposto al bonus mobili.

Classe energetica

Col bonus mobili e grandi elettrodomestici si potranno acquistare mobili e grandi elettrodomestici purché questi siano ecologici. Infatti per ogni tipo di grande elettrodomestico è stata prevista una classe energetica specifica al di sotto della quale non si può andare. Infatti la motivazione forte di questo bonus è sicuramente quella di dare una mano alle famiglie e di far ripartire l’economia, ma è anche quella di rendere più efficienti le case.

Novità delle Entrate

Dunque per ogni grande elettrodomestico che si si acquista è importante che la classe energetica sia entro i limiti previsti dal bonus. Ovviamente altrettanto importante è che tutti gli acquisti si erano fatti in maniera tracciabile e con ricevute regolari. Possono essere fatti anche on-line: questo non pregiudica il bonus. In questo 2022 il bonus mobili consente un risparmio di ben il 50% su tutte le spese sostenute. Ma il tetto massimo scende dai €16000 dell’anno scorso a €10000. È importante sottolineare che per il 2023 e il 2024 il bonus mobili è stato già confermato ma con un ulteriore diminuzione dell’importo massimo a €5000.

Leggi anche: Bonus infissi 2022: che novità, triplica e non hai bisogno di altri lavori

Leggi anche: Superbonus 110%: tolto lo stop alle cessioni, sorprendono le nuove regole

Ma veniamo alle novità dalle Entrate. Una contribuente aveva chiesto a Fisco Oggi, la rivista telematica delle Entrate se esistessero vincoli temporali tra la fine dei lavori e l’acquisto dei mobili. Innanzitutto va sottolineato che il lavori che fanno da presupposto al bonus devono avvenire prima dell’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici. Ad ogni modo la rivista del fisco ha spiegato che non c’è un limite di tempo.