Bonus casa: non solo cessioni, anche i nuovi massimali li bloccano

Non c’è davvero pace per i bonus casa. Oggi il problema sono i massimali e come vedremo il rischio è che si fermi tutto.

Non bastava la stretta sulla cessione dei crediti che ha praticamente paralizzato la maggior parte dei cantieri italiani, adesso arriva anche una tensione sui massimali che rischia di bloccare anche quelli che sono rimasti aperti.

Come sappiamo la stretta sulla cessione dei crediti è nata dai 4,4 miliardi di euro di truffe che il governo ha scoperto. Da qui è arrivato lo stop alle cessioni multiple che ha spaventato banche ed edilizia e ha letteralmente fermato la maggior parte dei cantieri italiani. La situazione sui bonus dunque è assai convulsa e in questa settimana è atteso un decreto che dovrebbe sbloccare quel problema, ma già se ne profila un altro. Cerchiamo di capire cosa sta succedendo.

Cessioni e massimali bassi

Con il nuovo decreto, il governo dovrebbe reintrodurre la possibilità delle cessioni multiple, ma legate da un codice denominato bollino che le dovrebbe connetterle insieme per renderle tracciabili. Ma adesso le associazioni di categoria si scagliano con forza contro i nuovi tetti massimi previsti per l’asseverazione dei costi. Tutto ruota attorno all’asseverazione della congruità dei costi. Perché specie con i rincari i massimali rischiano di essere completamente fuori mercato.

Massimali che bloccano

I nuovi massimali che il governo sta introducendo sono caratterizzati da una onnicomprensività che tira dentro alla cifra anche l’IVA e le varie parcelle dei professionisti. Ance protesta con forza nei confronti di questi nuovi massimali. Anche le associazioni di categoria che si occupano del legno per arredo sono estremamente preoccupate. Il concetto di comprendere nei massimali anche la posa in opera le prestazioni professionali e lo smaltimento significa allontanarsi dai prezzi reali di mercato e di fatto bloccare i cantieri.

Leggi anche: Fisco: centomila lettere per Bonus e detrazioni sanitarie, chi le riceverà

Leggi anche: Superbonus: come funzionano il bollino contro le truffe e la nuova soglia

C’è il rischio che con questi massimali onnicomprensivi i bonus si blocchino del tutto? Secondo molti, si. Dunque dalle associazioni di categoria che a vario titolo si occupano dell’edilizia si denuncia un vero e proprio blocco sul blocco perché se è vero che la stretta sulla cessione dei crediti ha fatto un danno enorme al quale adesso il governo cerca di mettere una pezza con il nuovo decreto, questa nuova stretta potrebbe essere veramente il colpo di grazia.