Fattura elettronica per i forfettari: novità su tempi e modi

Per il regime forfettario cambia tutto con l’introduzione della fattura elettronica e molti protestano nei confronti di una misura complessa ed onerosa che colpisce le partite IVA più fragili.

Già la rivoluzione dell’Irpef approvata con l’ultima legge di bilancio aveva introdotto questa novità anche se poi tutto era rimasto piuttosto vago.

Vediamo le novità in merito a questa autentica rivoluzione in peggio.  Le partite IVA in regime forfettario sono addirittura 1,5 milioni. Spesso si tratta di piccole realtà affette da una cronica fragilità ed incertezza. Ma l’obbligo della fatturazione elettronica coinvolge anche le associazioni sportive dilettantistiche. Non sono mancate le proteste per questa introduzione della fatturazione elettronica anche ai forfettari. Lo scopo è quello di impedire l’evasione, ma queste piccole realtà a conti fatti lottano per sopravvivere nella maggior parte dei casi e dunque questa stretta ha indispettito molti.

Ecco cosa cambia e quando

Vediamo cosa sta succedendo e soprattutto cosa cambia. È stata proprio l’Italia chiede all’Unione Europea di poter ampliare la fatturazione elettronica inglobando tutti, persino i forfettari. L’Unione Europea ha risposto positivamente alla richiesta dell’Italia e ciò avveniva proprio a dicembre. Dunque per le partite IVA in regime forfettario scatta l’obbligo della fattura elettronica. Ma attualmente chi è in regime forfettario può continuare ad emettere le fatture cartacee. Ovviamente questa è una fase transitoria destinata a cambiare presto ed in peggio per le piccole partite IVA.

Tempi e limiti

Ma attenzione però: già da adesso le fatture elettroniche sono obbligatorie per chi si trova in regime forfettario ed emetta nei confronti della pubblica amministrazione. Numerosi osservatori economici sottolineano come introdurre questo ulteriore peso proprio mentre inflazione ed incertezza economica stangano soprattutto i piccoli sia sbagliato e controproducente. Facile pronosticare che questo acutizzerà quella “moria” di piccole partite IVA di cui tento si parla. Ma vediamo la questione dei tempi.

Leggi anche: Bollette lacrime e sangue: tutto finito col nuovo Bonus con ISEE alto

Leggi anche: Superbonus: come funzionano il bollino contro le truffe e la nuova soglia

Secondo alcuni manca poco all’arrivo della fattura elettronica per i forfettari, ma invece secondo altri scatterà nel secondo semestre del 2022. Ma attenzione perché chi è in regime forfettario non può detrarre i costi ed ha numerose limitazioni. Inoltre la Cgia di Mestre ha sottolineato come ci sia una forte sofferenza delle partite IVA in generale soprattutto di quelle che regime forfettario che vanno diminuendo a causa di crisi inflazione ed incertezza.