Caro bollette, cosa prevede il nuovo decreto del governo appena uscito

Alla fine, il governo ha promulgato il decreto in cui sono contenute le nuove misure economiche per aiutare le famiglie a contrastare questi rincari energetici. Vediamo nel dettaglio cosa prevede nello specifico. 

Alla fine, il decreto che il premier Draghi aveva anticipato la scorsa settimana, rassicurando la popolazione sul fatto che l’esecutivo avrebbe stanziato nuovi fondi per aiutare le famiglie a combattere il caro bollette, è entrato in vigore. Nel Consiglio dei Ministri che si è tenuto venerdì pomeriggio, si è deciso di mettere in campo delle nuove misure per provare a contenere gli incrementi di prezzo sulle utenze energetiche.  Nel decreto legge approvato dal governo viene previsto uno stanziamento complessivo di fondi pari a circa otto miliardi, e di questi, 5,5 verranno investiti per provare a calmierare le bollette e varare nuovi bonus a sostegno delle famiglie. Soldi che oltretutto vanno a sommarsi ai 3,8 miliardi che il governo aveva stanziato in precedenza. 

Caro bollette, nel nuovo decreto inserito contributo straordinario in favore di imprese gasivore

Inoltre, il decreto stabilisce anche l’introduzione di una nuova forma di contributo straordinario, che sarà erogata come credito di imposta e destinato alle imprese gasivore, che per loro costituzione, hanno bisogno di grandi quantità di gas naturale per poter continuare a funzionare. Nel comunicato con cui l’esecutivo ha presentato queste nuove misure, viene anche precisato che si è dato il via a un nuovo programma che coinvolge il settore delle rinnovabili, e in particolar modo per sostenere l’industria del fotovoltaico. 

Leggi anche: Elettrodomestici classe A: scomoda verità, uno solo ti fa risparmiare

Leggi anche: Stangata sulle assicurazioni: beffa concorrenza! Ora tutte sconvenienti

È stato anche stabilito uno stanziamento di risorse per il settore automobilistico che fa parte di un piano che arriva fino al 2030 nella sua programmazione.