Stangata sulle assicurazioni: beffa concorrenza! Ora tutte sconvenienti

L’ondata di rincari in questo periodo è davvero spietata, ma stavolta il rischio è forte perchè si parla di assicurazioni che raddoppiano.

Dopo le bollette, la benzina ed il supermercato, ecco che una nuova stangata si abbatte sui consumatori italiani e stavolta protagoniste sono proprio le assicurazioni.

Vediamo che cosa sta succedendo. Confindustria Ancma è la sezione di Confindustria che si occupa di tutto il mondo delle moto. Ed è proprio Ancma a sottolineare la stangata in arrivo. Nel mirino c’è il DDL concorrenza. Infatti il DDL concorrenza all’articolo 27 cambia le carte in tavola per quello che riguarda il risarcimento diretto tra le moto. In pratica adesso il meccanismo del risarcimento diretto, viene esteso anche alle aziende che hanno sede in altri paesi europei. Dovrebbe essere un vantaggio, ma per i motociclisti sarà una stangata: vediamo perché si rischiano aumenti pesanti. E’ dal 2007 che esiste il risarcimento diretto tra le moto. In concreto vuol dire che chi subisce un sinistro non ha bisogno di rivolgersi all’assicurazione del danneggiante, ma può farsi farsi risarcire direttamente dalla propria.

Vantaggio per auto ma non per moto

Ovviamente è una bella comodità e un bel vantaggio, ma questo presuppone che la propria assicurazione abbia aderito alla Card. La Card è proprio la convenzione tra gli assicuratori che consente il risarcimento diretto. In realtà però la card è un vantaggio per quanto riguarda le automobili, ma è uno svantaggio per quanto riguarda le moto. Questo perché le moto spesso vanno incontro a risarcimenti più importanti causati dai danni alla persona che purtroppo spesso sono più gravi. Ma vediamo perché il DDL concorrenza potrebbe far schizzare in alto i costi.

Ecco le dimensioni della stangata

In realtà aprire la Card anche alle assicurazioni straniere teoricamente dovrebbe abbassare i costi perché dovrebbe far crescere la concorrenza, ma in concreto potrebbe non essere così. Le assicurazioni che aderiscono alla Card proprio per i motivi visti prima sono più care tendenzialmente e così gli utenti preferiscono quelle straniere. Aderire alla Card per le assicurazioni è sconveniente e di conseguenza devono essere più care nei confronti del cliente.

Leggi anche: Fisco: centomila lettere per Bonus e detrazioni sanitarie, chi le riceverà

Leggi anche: Bollo auto: occhio alla scadenza di fine mese e regalo in arrivo per tanti

Proprio per questo i motociclisti preferiscono le assicurazioni straniere ma che operano in italia. Non aderiscono alla Card e dunque sono più convenienti. Ma se anche quelle straniere aderiranno alla Card come prevede il decreto concorrenza ecco che questo vantaggio sparirà e gli aumenti potrebbero essere assai forti Specialmente al Sud.