Elettrodomestici classe A: scomoda verità, uno solo ti fa risparmiare

Caro bollette: è boom degli elettrodomestici a risparmio energetico, ma uno solo ti fa risparmiare davvero.

Sorpresa amara sul fronte degli elettrodomestici classe A, il risparmio è pochissimo tranne che per uno che taglia la bolletta.

Si cercano soluzioni per risparmiare e si sta registrando un autentico boom degli elettrodomestici ad elevata classe energetica. Vediamo se si risparmia davvero e quanto si può arrivare a tagliare la bolletta. La verità che emerge dalle comparazioni è sorprendente. Nell’ultimo mese le bollette sono state davvero un dramma per tanti italiani e non sono mancate le famiglie che hanno cercato un po’ di ristoro nel cambio dell’operatore di energia e gas. Ma questi cambi nei gestori in realtà non sono necessariamente positivi. Sono proprio le associazioni per la tutela del consumatore che sottolineano come le offerte straordinarie che ci vengono fatte spesso al telefono, nella maggior parte dei casi non corrispondono alla realtà e per risparmiare è decisamente meglio cercare di fare economia.

Vediamo il risparmio effettivo

Innanzitutto è importante sottolineare che per capire la classe energetica di un elettrodomestico bisogna leggere la lettera dell’alfabeto che lo contraddistingue. La classe A è la migliore mentre la peggiore è la classe G. Dunque gli elettrodomestici contraddistinti da classe G, ma ormai sono ben pochi, sono quelli che hanno minore efficienza energetica.  È il sito Dday a fare le comparazioni tra gli elettrodomestici più spreconi e quelli più ecologici e quindi economici. Vediamo quanto si può arrivare a risparmiare con gli elettrodomestici ad elevata classe energetica.

Uno solo ti fa risparmiare: ecco quanto

Dalle comparazioni emerge una sorpresa perché in realtà il risparmio è molto diverso a seconda dei vari elettrodomestici e ce n’è uno che vale la pena cambiare subito. Ad esempio nel caso della lavatrice o della lavastoviglie il risparmio energetico garantito da un elettrodomestico di elevata classe è davvero minimo: gravita attorno ai €10 e di conseguenza non può giustificare il cambio di un elettrodomestico che ancora va bene. Anche gli altri elettrodomestici non fanno registrare grandissime differenze tra classe energetica bassa e classe alta. Ma l’elettrodomestico sul quale davvero si gioca la partita più forte è il frigorifero.

Leggi anche: Bolletta: che salvezza, cuoci la pasta quasi senza gas con questo trucco

Leggi anche: Caro bollette: sgonfiale cambiando l’uso di questi 3 elettrodomestici

Nella comparazione operata dal portale si sottolinea come il frigorifero è acceso per tantissime ore al giorno e di conseguenza il suo impatto è veramente forte. Quindi comparando i consumi di un frigorifero di classe G con un frigorifero di classe A + la differenza sulla bolletta vale €170 all’anno. Di conseguenza in questo caso il cambio dell’elettrodomestico può considerarsi giustificato dal punto di vista ecologico ed anche economico.