Detrazioni, assegno unico, Bonus 100€: novità dalla circolare Entrate

Una nuova circolare dell’Agenzia delle Entrate appena diramata contiene novità ad ampio spettro importanti da conoscere.

La circolare numero 4 del 18 febbraio 2022 va ad operare numerosi chiarimenti.

L’Agenzia delle Entrate con le sue circolari ha il potere di chiarire, modificare (entro certi limiti) e dare concreta attuazione alle disposizioni fiscali. Dunque importante mettere a fuoco le novità ad ampio spettro appena divulgate dall’Agenzia. In questa circolare si stabilisce che dal primo marzo 2022 non hanno più efficacia le detrazioni fiscali per i figli a carico entro i 21 anni di età. Dalla stessa data non ha più vigore anche la detrazione per le famiglie numerose. La motivazione ovviamente è l’arrivo dell’assegno unico. Dunque queste due misure spariscono perchè “sostituite” dall’assegno unico, ma qui ci sono importanti precisazioni.

Detrazioni: alcune cancellate, altre no

Attenzione però perché comunque sia per i figli entro i 21 anni anche se non ci sono più le detrazioni per i figli a carico, non significa che le detrazioni stabilite per tutte quelle spese sostenute nel loro interesse cessino di avere vigore. Per fare un esempio pratico le detrazioni per la scuola o per l’università non vengono cancellate dall’assegno unico. Allo stesso modo non vengono cancellate le detrazioni per i mezzi pubblici o la nuovissima detrazione contenuta nel cosiddetto bonus musica. Infatti saranno assolutamente detraibili le spese per cori conservatori e scuole di musica sostenute per i ragazzi dai 5 ai 18 anni. Questo sarà possibile se l’Isee della famiglia è entro i 36.000 euro ed entro i 1000 euro.

Bonus 100 euro: cosa cambia

Ma la nuova circolare dell’Agenzia delle Entrate non si ferma qui. Novità rilevanti ci sono anche per il cosiddetto bonus €100 o bonus Renzi. Il bonus Renzi infatti è stato travolto dalla riforma dell’Irpef e di conseguenza con i nuovi scaglioni si tratta di capire a chi spetti e a chi invece non spetti più. Nato sotto l’omonimo governo, valeva 80 euro ma nel tempo è stato portato a 100 euro, ma ora va inserito nel nuovo quadro normativo emerso dall’ultima finanziaria.

Leggi anche: Superbonus 110% prorogato: per chi vale e legame evento sismico

Leggi anche: Auto, crollo vendite: attenzione, nuovo Bonus da 9000€ per tutti

Dunque questa nuova circolare fa chiarezza in questo senso. Anche perchè molta confusione si è creata attorno a questo bonus ultimamente. Il bonus Renzi dunque aspetta fino ai €15000 di reddito. Nella fascia tra i €15000 e i €28000 invece il bonus va calcolato caso per caso. Il bonus €100 ci sarà comunque ma soltanto se tutta una serie di detrazioni risultano superiori all’imposta lorda.