Paypal annuncia nuove modifiche per gli utenti da Maggio 2022: di cosa si tratta

Paypal ha pubblicato un comunicato ufficiale sul suo sito in cui ha annunciato ai clienti che entro qualche mese, verranno cambiate le condizioni di utilizzo della piattaforma. Vediamo nel dettaglio in cosa consisteranno questi nuovi cambiamenti. 

Negli ultimi giorni, Paypal ha rilasciato un nuovo comunicato per dare una notizia ai suoi clienti: a partire dalla data del 6 maggio del 2022 le condizioni di utilizzo del servizio subiranno alcune modifiche. La società ha inoltre informato che gli utenti accetteranno queste nuove modalità in automatico e dovranno in caso fare richiesta per recedere il contratto laddove non fossero più d’accordo. Tra le varie novità che verranno introdotte da Paypal tra qualche mese, vi è ad esempio quello di inserire una tariffa di dieci euro che scatta nel caso in cui non venga utilizzato il conto Paypal per un periodo superiore ai dodici mesi. Si tratta di un costo che, informa Paypal, sarà addebitato agli utenti sul conto dei debitori a partire dall’ottobre del 2022 e sui conti personali a partire dal 2023. 

Paypal, le nuove modifiche che verranno introdotte a partire da Maggio 2022

Verrà anche modificate il programma denominato “Protezione Vendite”  che vedrà ampliare la lista degli articoli considerati non idonei, e vi sarà anche una nuova modifica delle azioni che i clienti non devono svolgere riguardante la pubblicazione di contenuti ritenuti non conformi. Anche la sezione reclami reclami subirà delle variazioni, e verranno aggiunte nuove informazioni per aiutare al meglio i clienti, migliorando così nel complesso, almeno secondo quanto riferisce PayPal il servizio di customer care. verrà poi aggiunta una nuova sezione per tutti gli utenti titolari di conti Business. 

Leggi anche: Attenzione alla nuova truffa sulle utenze telefoniche, il racconto della vittima

Leggi anche: iPhone 14, a pochi mesi dall’uscita arrivano delle nuove e incredibili indiscrezioni: di cosa si tratta

Verrà poi rafforzata la collaborazione con le autorità pubbliche per una maggiore trasparenza nella gestione dei conti.