Bonus auto 2022: proporzionali al reddito e valgono per diesel e benzina

I Bonus auto per il 2022 si annunciano completamente nuovi. Il Governo infatti ha stabilito regole completamente diverse per la nuova tornata di bonus perché le priorità sono cambiate molto.

I vecchi bonus auto avevano un solo fondamentale focus: la transizione verso l’auto elettrica. Ma i nuovi bonus disposti dal Governo sono profondamente diversi: vediamo perché.

Tra la prima ondata di bonus e questi nuovi bonus auto decisamente sono tante le cose che sono cambiate. Innanzitutto il settore dell’automobile è entrato in una crisi profonda. Prima la pandemia di covid e poi la penuria dei microchip ha reso difficilissimo produrre le automobili ed il comparto sta soffrendo pesantemente. In seconda battuta l’inflazione ha colpito altrettanto duramente le famiglie che oggi fanno molta fatica ad arrivare alla fine del mese. Inoltre c’è anche un altro problema: è emerso che il passaggio verso l’auto elettrica costerà alle all’industria dell’automobile addirittura 70 mila posti di lavoro.

Stavolta l’elettrico non è così prioritario

Ecco perché questi nuovi bonus saranno decisamente più sociali e saranno indirizzati al mercato dell’auto nel complesso. Innanzitutto si tratterà di bonus strutturali. Infatti il governo ha stanziato addirittura 8 miliardi di euro spalmati in 8 anni. Questo significa che fino al 2030 ci sarà un miliardo a disposizione per ogni anno per tenere in piedi il nuovo bonus auto. Ma ciò che è più importante è che questo bonus non sarà soltanto per le auto elettriche o per le ibride. Infatti anche i motori diesel e benzina beneficeranno di questo bonus auto di nuova concezione. Ovviamente il tutto è legato alla quantità di emissioni.

Ecco come funzioneranno

Dunque stavolta l’elettrico viene non messo da parte, ma sicuramente relativizzato da questi nuovi bonus. La priorità è quella di sostenere industria e famiglie. Vediamo come. Infatti il massimo del bonus si avrà per le auto elettriche in caso di rottamazione contestuale di una vecchia automobile. In questo caso il bonus sarà addirittura di €9000. Ma bonus minori sono previsti anche per le ibride e per i motori diesel e benzina purché entro determinate soglie di emissione.

Leggi anche: Stipendio 2022: chi dovrà restituire il bonus da 100€ in busta paga

Leggi anche: Tracciabilità superbonus 110%: come funzionano il bollino e i 3 passaggi

Ovviamente una differenza sostanziale la farà anche la rottamazione o meno del vecchio veicolo. Il governo ha anche previsto un meccanismo di proporzionalità al reddito. Le indiscrezioni su questo punto si susseguono e suscitano molto interesse, ma su come funzionerà questa attenzione in più ai più fragili, non ci sono conferme.