Superbonus 110% per sostituzione facciata, idea furba e il Fisco dice si

Come sappiamo il Superbonus 110% ha ripreso la sua marcia dopo la terribile stretta sulla cessione dei crediti multipla.

Stavolta parliamo di un’idea davvero furba per usare il Superbonus che vale il 110% al posto del bonus facciate che ne vale solo il 60%. Ma si può? vediamo come risponde l’Agenzia delle Entrate.

Infatti il Governo aveva deciso di proibire la cessione dei crediti multipla dopo aver scoperto i 4,4 miliardi di frodi. Ma con la nuova regolamentazione, la cessione dei crediti multipla riparte e possono ripartire anche il bonus sulla casa. infatti il mondo dell’edilizia aveva vivacemente protestato per questa stretta e alla fine è stato ascoltato. La nuova normativa sulle cessioni multiple è molto stringente e prevede un tetto massimo di 3 cessioni del credito. Le cessioni successive alla prima dovranno avvenire soltanto tra banche o istituti di credito selezionati e comunque sia sotto l’operativo controllo della Banca d’Italia.

La nuova normativa è stringente

C’è anche da sottolineare che tutte le cessioni dovranno essere sempre accompagnate dal medesimo codice identificativo. Questo codice permetterà sempre di risalire alla documentazione del bonus. Il credito non può essere frazionabile e deve viaggiare sempre in modo unitario. Durissime le sanzioni per il tecnico asseveratore che dovesse sbagliare a fare i conti. Per lui ci sono addirittura 5 anni di reclusione ed è proprio questa misura di aver suscitato vivaci polemiche. Un caso molto particolare è quello relativo alla risposta all’interpello numero 61 del primo febbraio 2022.

Un’idea decisamente furba

In questo caso i condomini chiedevano se al proprio condominio sarebbe stato possibile fare una sostituzione della facciata usufruendo del Superbonus 110%. Di conseguenza i condomini volevano evitare il bonus facciate ormai sceso al 60% e utilizzare il superbonus 110% per uno scopo tutto sommato similare. Decisamente un vantaggio non da poco che mette completamente da parte il bonus facciate per rivolgersi al ricchissimo superbonus. Ricordiamo infatti che il bonus facciate è stato il più penalizzato.

Leggi anche: Bonus barriere architettoniche: adesso scegli tu, 75% oppure 110%

Leggi anche: Benzina: continuano i rincari con la crisi Russia-Ucraina, ma arriva il bonus

Difatti l’ultima finanziaria lo ha portato dal 90% al solo 60% e molti sostengono che con i tremendi rincari del mondo dell’edilizia non ne valga più la pena. Il fisco chiarisce che ciò è possibile a patto però di rispettare completamente la normativa sull’Ecobonus. Dunque il fisco risponde positivamente a questa domanda, ma i paletti dell’ecobonus devono essere rispettati completamente per poter usufruire del superbonus in questo particolare frangente. C’è da scommettere che molti copieranno l’idea.