Crisi Ucraina: “grande ansia” tempesta perfetta tassi di interesse sui mutui

La crisi in Ucraina getta nel panico tutti coloro i quali hanno mutui in essere e la paura tra la gente è palpabile.

In effetti i numeri parlano chiaro: la fiammata sui mutui è già in atto ma potrebbe divampare presto. La fortissima inflazione registrata in questo periodo non sta facendo schizzare alle stelle soltanto le bollette di luce e gas ed il comparto carburanti.

Ma vediamo che succede alla rata del mutuo. Finora i mutui erano rimasti curiosamente la riparo dalla fiammata inflazionistica. Certo, la paura dei rincari c’era ma non si era mai tramutata in qualcosa di concreto. Ma oggi il mutuo a tasso fisso cresce dello 0,4% e secondo gli esperti le cose peggioreranno in modo netto. Cerchiamo di capire caso per caso cosa può succedere.

Cosa succede ora caso per caso

Chi sottoscrive un mutuo a tasso fisso oggi lo paga già lo 0,4% in più di quanto lo avrebbe fatto sino a poche settimane fa. Questo è inevitabile in questo scenario, ma in realtà le cose possono davvero precipitare. Infatti il tasso dei mutui è legato ai tassi decisi dalla Banca Centrale Europea. La BCE fino ad oggi ha tenuto i tassi bassissimi e questo a tenuto a freno i rincari sui mutui. Ma non potrà farlo per sempre. L’inflazione aumenta in modo pauroso e ad un certo punto la BCE sarà probabilmente costretta ad alzare i tassi.

Se la BCE alza i tassi sono guai

Chi rischia di più sono proprio coloro i quali hanno già attivo un mutuo a tasso variabile. Questo genere di mutui risentono dei tassi praticati dalla banca centrale (seppure indirettamente) e dunque potrebbero salire anche di tanto se la BCE dovesse alzare i tassi. Ecco perchè gli esperti del settore consigliano a chi ha un mutuo a tasso variabile di procedere immediatamente ad una surroga. Vediamo che vuol dire. Con la surroga il proprio mutuo viene trasferito ad un altro istituto che offre il tasso fisso. Questo può mettere certamente al riparo dagli attesi tremendi rincari.

Leggi anche: Superbonus 110% per sostituzione facciata, idea furba e il Fisco dice si

Leggi anche: Benzina: continuano i rincari con la crisi Russia-Ucraina, ma arriva il bonus

Ma oltre la surroga si può rinegoziare il mutuo anche con il proprio istituto. Certo, come visto oggi il mutuo a tasso fisso è già salito un po’, dunque la surroga non sarà convenientissima. Ma almeno sapremo che il tasso che stabiliamo oggi resterà immutato.