Benzina 4€ per litro: “Italia ferma” tempi e modi di questa super stangata

Si annuncia una stangata senza precedenti sulla benzina: una stangata che ferma l’Italia.

Attualmente il costo dei carburanti è uno dei temi caldissimi nel nostro Paese e questo sicuramente non sorprende. La benzina oggi è arrivata  2,2 ma anche 2,3 euro per litro. Ma si sono fatti d’Italia, come per esempio in Sardegna nelle quali la benzina già tocca i 2,6 euro per litro. Uno scenario sicuramente esplosivo perché non solo le famiglie non ce la fanno più ad andare avanti con questi rincari ma soprattutto gli autotrasportatori ormai lavorano in perdita e così si fermano lasciando vuoti i supermercati.

In Sardegna dal 14 si annuncia un blocco merci terribile che sta spingendo i cittadini della regione a fare una vera e propria incetta di beni di prima necessità nei supermercati. Ma presto la soglia critica dei €3 ma anche quella dei €4 potrebbero essere raggiunte. Vediamo perché. Innanzitutto la forte spirale inflazionistica globale non accenna a mollare la presa, anzi la guerra in Ucraina sta facendo schizzare al cielo i costi di tutte le materie prime.

Una scelta pericolosa

Di conseguenza anche petrolio e gas naturale crescono di valore continuamente e questo porta gli esperti e dire che la benzina assai presto comincerà un’impennata dei costi mai vista. Tra l’altro la Banca Centrale Europea proprio nella giornata di ieri ha stabilito che manterrà i tassi a zero. Questa manovra molto criticata, se permette alle borse di continuare a crescere indisturbate aumenta però il rischio di un ulteriore incremento dell’inflazione.

Bonus e rischi

Dunque ormai nessuno crede più che questa infrazione possa essere domata e gli attuali valori di luce gas e benzina dovranno necessariamente crescere. Dal governo si parla di un bonus carburanti che dovrebbe valere circa un miliardo e mezzo ma è un’ipotesi ancora da definire e che comunque non si sa quale effettivo impatto possa avere sui cittadini.

Leggi anche:Forfettari: come indicare il bollo in fattura in CU, i rischi e i termini

Leggi anche: Bonus facciate: 60, 90 e 110%, le tre vie con la novità delle Entrate

Molti chiedono che il governo rinunci alle sue ricche accise e così davvero il costo della benzina potrebbe abbassarsi tantissimo. Ma anche questa via al momento sembra lontana. Molti sostengono che il Governo stia giocando col fuoco. Il caso della Sardegna non resterà isolato in eterno. I nuovi rincari della benzina sono scontati e cosa succederà agli italiani quando i Tir si bloccheranno in tutto il Paese? E’ questa la domanda più inquietante alla quale ad oggi l’esecutivo non offre risposte.