Carburanti: maxi sconto accise, si fa scorta, ma occhio ai prezzi fregatura

Il Governo è intervenuto con vigore contro il caro carburanti tagliando almeno in parte le accise.

La stangata sui carburanti è pesantissima per il nostro Paese e famiglie ed imprese hanno difficoltà in questo scenario di rincari. Le proteste sulle accise sono state molto vivaci e così il Governo ha deciso di tagliarle.

Ma si tratta di un taglio parziale (solo 25 centesimi) e comunque temporaneo perchè solo fino a fine aprile. Ma adesso gli italiani respirano almeno sul fronte dei carburanti. E’ normale dunque che oggi si faccia incetta di diesel e benzina, ma è importante stare attenti.

Cosa sta succedendo

La guerra in Ucraina ha dato nuova forza alla spirale inflazionistica ed ha spinto ulteriormente verso l’alto il costo di tutte le materie prime. I carburanti non fanno eccezione.

A causa dei continui rincari in alcune parti d’Italia erano arrivato a costare anche 2,3 euro per litro. Oltre al danno per famiglie ed imprese questo aveva anche determinato un parziale blocco merci perchè molti Tir si rifiutavano di muoversi con prezzi del gasolio così elevati. Ma adesso con l’intervento del governo è tornato il sereno. Ma gli automobilisti che fanno benzina devono stare attenti perchè i furbetti non mancano.

Benzinai onesti

Sia chiaro, i benzinai sono le prime vittime dei rincari sulla benzina. Infatti il loro margine per ogni litro e rimasto sempre lo stesso, ma i litri si sono ridotti. Dunque non sorprende che tanti stiano pensando alla chiusura. Ma le mele marce non mancano. Infatti da controlli a tappeto di questi giorni sono emerse pratiche truffaldine. Il problema è che ora con i prezzi in forte diminuzione è ancora più facile confondere gli utenti. Dunque vediamo a cosa stare attenti. Innanzitutto il prezzo indicato all’ingresso della stazione di servizio è quello che ci spinge ad entrare.

Prezzi veri del carburante

Ma alle volte le forze dell’ordine hanno notato che il prezzo indicato all’esterno era più basso di quello praticato alla pompa e questa è una frode. Dunque la prima cosa da tenere d’occhio è proprio la rispondenza tra i due prezzi. Poi in questo periodo è facile attirare i clienti sbandierando i forti sconti governativi, eppure benzinai diversi praticano prezzi anche molto diversi. Importante diventa dunque non fidarsi del primo benzinaio che troviamo ma scaricare le app che ci dicono quale pompa è più conveniente tra quelle che abbiamo nei paraggi.