Bonus facciate e Guardia di Finanza: tempesta di sequestri in tutta Italia

Bonus facciate: boom di sequestri, l’edilizia comincia a tremare. Fatture impeccabili per lavori mai esistiti, un sistema perfetto e ben oliato.

Ma ora comincia a crollare tutto. Il bonus facciate era da tempo considerato la vera pecora nera dei bonus casa. Infatti se quando parliamo di truffe sui bonus si cita sempre il superbonus, la verità è che il grosso dei 4,4 miliardi di frodi emerse sui bonus casa derivano proprio dal bonus facciate.

Ormai questo è un fatto noto e la Guardia di Finanza e l’Agenzia delle Entrate stanno facendo scattare sequestri a raffica in tutta Italia. Un caso clamoroso è avvenuto a Milano. Infatti a Milano in queste ore è stato disposto un maxi sequestro di oltre 48 milioni di euro legato proprio al bonus facciate.

Bonus facciate: il più usato dai truffatori

Il bonus facciate è un bonus ricco che ora vale il 60%, ma fino all’anno scorso voleva addirittura il 90%. Nato per rilanciare l’economia italiana durante la terribile pandemia di covid, il bonus facciate ha mosso veramente tantissimi soldi. Il PM Monia di Marco ed il procuratore aggiunto Maurizio Romanelli hanno disposto un maxi sequestro ai danni di una vera e propria organizzazione che si occupava di rifacimenti di facciate di condominio.

Cessione del credito: il baricentro delle frodi

Come al solito l’elemento critico è la cessione del credito. È proprio generando false cessioni del credito che la banda era riuscita ad intascare cifre folli.

Dunque non sorprende che l’esecutivo abbia preparato una normativa durissima sulla cessione dei crediti e abbia disposto addirittura 5 anni di reclusione per il tecnico asseveratore che dichiari il falso. Infatti è proprio sulla cessione dei crediti che si concentra l’attività di tutti i truffatori che si dedicano a sfruttare i bonus. Ma è proprio sulla cessione dei crediti che si stanno concentrando i controlli a tappeto della Guardia di Finanza.

Controlli che mettono la parola fine

Da nord a sud le Fiamme Gialle e l’Agenzia delle Entrate stanno passando in rassegna proprio il bonus facciate. La certezza è che è proprio nella cessione dei crediti di questo bonus che si annidino truffe milionarie e molto ben strutturate. Il riflesso di tutto ciò è che il bonus facciate attualmente è in profonda crisi perché le persone oneste hanno paura di finire nel gorgo di controlli all’interno dei quali anche una banale svista in buona fede può ormai costare assai cara.