Bancomat: sospensione del servizio, segna la data ed evita l’errore banale

Il bancomat è certamente un servizio molto usato dagli italiani e molto gradito e comodo.

Però è importante tenere presente le varie novità in arrivo su questo strumento, ma anche evitare errori che potrebbero crearci fastidi inutili.

Innanzitutto è importante tenere presente che oggi il Fisco controlla attentamente conto corrente, carta di credito e bancomat. Si tratta di controlli senza precedenti perché utilizzano l’intelligenza artificiale e possono monitorare qualsiasi movimento del cittadino.

Controlli a tappeto

L’Agenzia delle entrate per poter controllare in modo così penetrante la vita dei contribuenti ha dovuto ottenere il permesso dall’Autorità garante sulla privacy.

Se è vero che questi controlli mirano a stanare gli evasori fiscali e riciclatori di denaro sporco è vero anche che abitudini di prelievo e di versamento fuori dalla norma possono far scattare comunque sia controllo indesiderati. Infatti anche chi si mantiene entro le soglie fissate dalla banca ma preleva somme che appaino non in linea col suo tenore di vita può facilmente far scattare le attenzioni del Fisco.

L’errore da evitare col bancomat

Si tratta di controlli automatizzati.  Ma una cosa da tenere presente riguardo il proprio Bancomat e che molti sottovalutano perché la ritengono apparentemente banale è proprio la data di scadenza del bancomat stesso. Infatti ogni tessera bancomat ha una sua data di scadenza. La maggior parte degli italiani in realtà non ci fa molto caso visto che comunque il bancomat dura anni e quindi non ci si bada più di tanto. Ma in realtà dimenticare la data di scadenza del bancomat può essere piuttosto problematico. Infatti se non si provvede per tempo ci si ritroverà allo sportello ma nell’impossibilità di effettuare il prelievo.

Evitare fastidi e problemi

Non veniamo avvisati in qualche modo del fatto che il nostro bancomat sta per scadere, ma semplicemente ci troviamo nell’impossibilità di prelevare una volta che la disabilitazione sia già avvenuta. Infatti per quanto riguarda la tessera bancomat non esiste un periodo di tolleranza. Una volta che si arriva alla data di scadenza la tessera smette di funzionare e basta. Ma in quel momento ottenere subito la nuova card è quasi impossibile e dunque bisognerà aspettare i tempi tecnici prima di poter di nuovo prelevare. Insomma è buona norma segnarsi la data di scadenza per tempo onde evitare questo disguido. Sarà importante munirsi della propria carta nuova (se non arriva automaticamente) prima della disabilitazione della vecchia.