La RAI restituisce i 90€: online i moduli per rimborso Canone “che regalo”

Il Canone RAI è sempre stata una delle tasse più odiate dai cittadini italiani.

Molti cittadini infatti contestano il dover pagare per forza l’abbonamento ad un servizio di cui magari neppure fruiscono.

ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

Quindi chiaramente per tanti Italiani il canone RAI è una tassa veramente detestata. Ma adesso arrivano delle novità veramente interessanti che possono essere utili per tutti i cittadini e che tanti coglieranno al volo.

Come chiedere il rimborso del Canone

Come sappiamo dall’anno prossimo il canone RAI esce dalla bolletta. L’inserimento del Canone RAI in bolletta è stata un’idea del governo Renzi. Infatti il governo Renzi per evitare l’evasione fiscale sul canone della televisione italiana lo aveva introdotto direttamente nella bolletta elettrica.

Pixabay

Facendo così l’evasione del canone RAI è stata praticamente azzerata ma oggi esce dalla bolletta. O meglio sarà all’inizio dell’anno prossimo che uscirà dalla bolletta. Ma è il sito Il Salvagente a pubblicare un interessante considerazione in risposta alla domanda di una lettrice. Andiamo con ordine punto in Italia è sempre stato possibile essere esonerati dal canone RAI dichiarando di non avere dei televisori in casa.

Ecco dove trovare i moduli

Infatti presentando l’apposita domanda nella quale si sostiene di non avere in casa degli apparecchi televisivi si viene esonerati dal pagamento del canone. La domanda va presentata entro il 31 gennaio ma se non si è fatto in tempo si può presentare anche entro il 30 giugno. Se la si presenta entro il 30 giugno si sarà esonerati per la seconda metà dell’anno. Una cosa da ricordare e che questa domanda va presentata eri presentata ogni singolo anno. Ma la lettrice de Il Salvagente lamentava una situazione molto particolare. Infatti la lettrice aveva presentato effettivamente questa domanda in modo corretto ma si è vista comunque sia addebitare il canone RAI in bolletta ugualmente. In questi casi si può chiedere il rimborso di ciò che è stato pagato indebitamente.

Chiunque può richiederlo

Per chiedere il rimborso di tutte le cifre che sono state pagate ma che invece non erano tenute, la via è quella di utilizzare l’apposita modulistica che si trova sul sito dell’agenzia delle entrate oppure anche sul sito della RAI. Infatti su entrambi questi siti c’è un apposito modulo proprio per chiedere il rimborso del canone RAI pagato indebitamente. Scaricando e compilando questi moduli si potrà chiedere al servizio pubblico di essere risarciti delle cifre che sono state pagate pur avendo regolarmente presentato la domanda di esenzione secondo quanto prescrive la legge.