Nuova IMU e nuove regole: l’aumento può arrivare fino al 114%, polemiche

La nuova IMU e la riforma del catasto sono temi caldissimi perché mentre il Governo promette che non ci saranno aumenti sull’IMU, si parla di un aumento può essere del 114%.

Il problema è che il Governo ha varato la riforma del catasto ponendo addirittura la questione di fiducia.

ANSA/ALESSANDRO DI MEO

Per gli esperti della proprietà edilizia questo significa che questa non è una riforma banale e di routine ma è una riforma fondamentale per il governo che punta a avere grossi introiti proprio da rincaro della tassa sulla proprietà degli immobili.

La stangata del 114%

Il nuovo catasto dunque rischia di essere veramente una stangata per i proprietari degli immobili e a rischiare soprattutto sono i proprietari degli immobili invendibili: un vero e proprio dramma italiano del quale pochissimo si parla.

Pixabay

Il PD e i 5 Stelle secondo quanto riporta il Giornale, puntavano a far pagare un’IMU sul valore commerciale e non su quello catastale come accade oggi. Attualmente l’IMU è calcolata sui valori catastali ed è già una stangata importante, ma se dovesse passare la linea secondo la quale l’IMU verrà calcolata sui valori di mercato l’aumento sarebbe del 114%.

Cosa cambia per i proprietari di immobili

In realtà è ancora tutto molto fumoso perché la propaganda dei vari partiti tende ad attribuire alla riforma del catasto gli effetti più nefasti o quelli più neutri. Eppure molte associazioni a tutela della proprietà immobiliare sono convintissime me che proprio della riforma del catasto il governo punta per incassare veramente tanto. Molti sostengono infatti che dai forti introiti della nuova IMU e della riforma del catasto il governo vorrebbe attingere per ridurre il cuneo fiscale. Secondo queste ricostruzioni non confermate la riforma del catasto sarebbe quindi assolutamente fondamentale del governo per avere un introito veramente forte.

Una tassa che cambia

Il tutto ovviamente a danno dei proprietari di immobili. Staremo a vedere concretamente come evolverà questa situazione anche perché per ora tutti i partiti politici stanno (legittimamente) speculando in un modo o nell’altro per sottolineare il loro apporto positivo alla rielaborazione delle norme sul catasto quindi bisognerà vedere in pratica poi che cosa queste comporteranno nella vita dei cittadini. Ma come detto una questione particolarmente grave è quella sugli immobili invendibili: se ne parla poco ma per troppi italiani è veramente un grosso problema.