Attento prima di pagare la prossima bolletta: nuova truffa luce e gas stanga gli italiani

Gli italiani hanno sempre più difficoltà a pagare le bollette di luce e gas e la spirale inflazionistica mette sempre più a dura prova famiglie ed imprese.

Per le famiglie italiane gli aumenti sono sempre più pesanti e i bonus del governo sembrano fare veramente ben poco per sostenere i nuclei familiari sempre più provati dagli aumenti.

ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

Ma in questo scenario così pesante e deleterio per le famiglie italiane, si inserisce una nuova truffa su luce e gas che rischia di mettere nei guai davvero tanti Italiani.

La nuova truffa su luce e gas

In questo periodo le famiglie italiane cercano di risparmiare in ogni modo sul consumo dell’energia e del gas ed ogni trucco per cercare di far scendere la bolletta è sempre il benvenuto.

Pixabay

Si cerca di utilizzare poco gli elettrodomestici e di preferire quelli con minor impatto. Ma cerchiamo di capire come funziona questa nuova insidiosa truffa e come difendersi. Tutto parte con una telefonata apparentemente molto banale. Il malcapitato di turno riceve una telefonata da qualcuno che si qualifica come un operatore del suo gestore di luce e gas. L’operatore è molto credibile perché chiama per nome il suo interlocutore, gli dice dove abita, eccetera.

Un mercato “tutelato”

La telefonata ha un tono molto formale e teoricamente serve soltanto ad informare l’utente dei rincari in atto. Ma dopo tutto un complesso discorso che mischia realtà ed invenzioni tirate ad arte, il presunto operatore del gestore luce e gas informa l’utente che comunque ha la possibilità di risparmiare usufruendo del passaggio ad un presunto mercato tutelato previsto dal governo. In sostanza in modo fumoso e contorto si dice che il gestore sarebbe tenuto per legge ad informare l’utente che ha la possibilità di risparmiare grazie ad un’alternativa prevista dal governo.

Come difendersi

Ovviamente questo suona molto allettante all’utente che spera realmente di poter risparmiare dei soldi e così accetta questa opzione di passaggio a questo presunto mercato tutelato. Il cliente è convinto di aver conseguito un bel risparmio ma in realtà quello che ha fatto è stato cambiare operatore di luce e gas. Punto in sostanza la telefonata non mira a proporre una tariffa più conveniente presso il solito operatore ma mira a far passare il cliente ad un altro operatore decisamente truffaldino e sconveniente. A quel punto dalla bolletta successiva, l’utente si ritroverà non più quella solita, ma quella di questo nuovo operatore. Importante fare attenzione a questo raggiro che ha già fatto tante vittime.