3 elettrodomestici non indispensabili: spegnili subito perché ti stangano sulla bolletta

Le bollette di luce e gas sono sempre più care e gli italiani hanno difficoltà a stare dietro ai pagamenti.

Si parla sempre più spesso di povertà energetica e le famiglie le imprese fanno di tutto per tagliare i costi delle tremende bollette di luce e gas.

ANSA / GUIDO MONTANI / PAL

Importante però sapere che ci sono tre elettrodomestici non indispensabili che gonfiano inutilmente la bolletta degli italiani.

Come risparmiare sulla bolletta

Diventa fondamentale spegnere questi tre elettrodomestici perché non sono davvero necessari, ma possono farci pagare tanto in termini di bolletta dell’elettricità.

Pixabay

Prima di vedere i tre elettrodomestici non indispensabili però l’importante è capire che ci sono tanti comportamenti che fanno aumentare inutilmente la nostra bolletta. Innanzitutto le lampadine in casa devono essere rigorosamente led. Infatti soltanto le lampadine led garantiscono un vero risparmio energetico. In secondo luogo è fondamentale che la casa sia ben isolata dal punto di vista termico. Infatti adesso si avvicina l’estate e se una casa non è ben isolata dal punto di vista tecnico si rischia una vera e propria stangata sui condizionatori.

I tre elettrodomestici da spegnere subito

Ma anche i tanti elettrodomestici che lasciamo in stand-by hanno un costo fortissimo e infatti gli elettrodomestici vanno sempre spenti del tutto e non lasciati mai in stand-by. Importante poi non tenere accesa la luce nelle stanze dove non siamo effettivamente non lasciare il televisore acceso inutilmente. Sono piccole abitudini che possono far risparmiare tanto. Così come diventa molto importante non fare mai lavastoviglie e lavatrice mezze vuote perché significherebbe fare lavaggi inutili che impatterebbero tanto sulla bolletta. Inoltre le lavatrici e lavastoviglie hanno tutte quante un programma Eco che permette di risparmiare.

Sono comodi ma meglio spegnerli

Il primo elettrodomestico non indispensabile è l’asciugatrice. Si tratta di un elettrodomestico estremamente comodo ma che ha anche un notevole impatto dal punto di vista energetico e pertanto in questo periodo è meglio tornare a stendere il bucato a mano anche se fa perdere tanto tempo. Il secondo elettrodomestico non indispensabile è il ferro da stiro. Si tratta di un elettrodomestico che può arrivare a consumare tanto e dunque è il caso di usarlo il minimo indispensabile. Ma un elettrodomestico che arriva a consumare veramente tanto e che gli italiani amano molto utilizzare benché non sia effettivamente indispensabile è la friggitrice. La friggitrice ha un alto consumo dal punto di vista energetico e se ne può fare a meno. Quindi in questo periodo è altamente consigliato non utilizzarla o comunque utilizzarla il minimo indispensabile.