Se hai oro usato stai attento: il suo valore potrebbe colare a picco, cosa fare subito

In questo periodo di fortissime turbolenze economiche l’oro sembra davvero un bene di rifugio straordinario.

Viviamo in un periodo in cui l’inflazione è alta come non lo era da decenni. Inoltre le borse stanno perdendo in modo importante e l’incognita della guerra in Ucraina zavorra l’economia.

ANSA/ GUARDIA DI FINANZA DI AREZZO E NAPOLI

Dunque sono davvero tante le incognite economiche che rendono il quadro fortemente incerto.

L’oro può crollare

In momenti come questi l’oro appare sempre un rifugio davvero straordinario. Eppure come vedremo secondo alcuni analisti il valore del metallo giallo potrebbe davvero crollare, cerchiamo di capire perché.

Pixabay

L’inflazione è altissima e le minacce all’economia non mancano e di conseguenza l’oro dovrebbe essere uno di quelli classici strumenti che è proprio in momenti come questi dimostrano il loro valore. Eppure negli ultimi mesi l’oro ha perso circa l’11%. È una perdita sicuramente non da poco ma non è tale da fare impensierire più di tanto chi abbia il metallo giallo. Tuttavia c’è un altro fenomeno che rischia di far perdere veramente tanto a loro e cerchiamo di capire che cos’è perché si tratta di un meccanismo in un certo senso piuttosto paradossale.

Le difficoltà del metallo giallo

Con l’inflazione così alta le banche centrali devono cercare di porre un argine all’aumento continuo dei prezzi. L’unico modo che hanno per farlo è alzare i tassi. Dopo anni di tassi bassissimi che hanno fatto ripartire l’economia ma che hanno anche fatto esplodere una vera e propria bomba inflazionistica, le banche centrali sono ora costrette ad alzare i tassi. La Federal Reserve lo sta facendo con maggiore convinzione mentre la Banca Centrale Europea è decisamente più timida ma in un caso e nell’altro i tassi comunque dovranno crescere. Questo aumento dei tassi è davvero l’unico strumento che possa contenere la fortissima inflazione e dunque non sorprende che le banche centrali stiano andando in questa direzione. Ma l’aumento dei tassi da parte delle banche centrali di tutto il mondo finisce inevitabilmente per avere un effetto collaterale molto particolare.

Concorrenza all’oro

I Bond cominciano a diventare più appetibili perché hanno rendimenti notevolmente più elevati. Dunque con i Bond che diventano sempre più interessanti e sempre più appetibili l’oro finisce per avere un concorrente non da poco. Infatti oggi i Bond cominciano a rappresentare una valida alternativa al metallo giallo ed in futuro risulteranno sempre più interessanti. Secondo alcuni analisti l’oro in queste condizioni potrebbe addirittura arrivare a dimezzarsi di valore. Decisamente una pessima notizia per chi ha oro usato in casa o in generale per chi punta su questo strumento. Ad ogni modo non è ancora detta l’ultima parola perché il nervosismo internazionale sulle borse potrebbe comunque sia spingere e sostenere questo metallo.