Bonus per figli a carico 5-18 anni: fino a 1000€ sul conto subito, ma tetto ISEE

Le famiglie italiane sono sempre più in difficoltà: paghe bassissime e costo della vita alle stelle sono insostenibili.

Il Governo cerca di venire in aiuto delle famiglie con una serie di misure che possano dare una mano specie a quelle con figli a carico.

ANSA / CIRO FUSCO

Come sappiamo le spese quando si hanno figli a carico non finiscono mai e questo bonus può essere un concreto aiuto.

Un Bonus da 1000 euro per le famiglie con figli a carico

Innanzitutto bisogna precisare che questo bonus è perfettamente compatibile con assegno unico.

Pixabay

Infatti non è vero che l’arrivo dell’assegno unico universale abbia cancellato tutti gli altri bonus pensati per i figli. Anzi, questo bonus dimostra il contrario e la sua erogazione, non confligge con quella dell’assegno unico. Vediamo come funziona questo bonus. Questa misura governativa è predisposta per tutti i nuclei familiari che abbiano figli a carico tra i 5 ed i 18 anni. In particolare questo bonus aiuta le famiglie nel gravoso compito dell’istruzione. Dunque un bonus che viene in aiuto di una delle spese più forti per i figli. Vediamo come chiederlo.

Come chiedere i mille euro

Tutte le famiglie con figli a carico in questa fascia di età possono chiedere i 1000 euro di detrazione Irpef al 19% per le spese sostenute per l’educazione musicale dei figli. Infatti questo bonus va ad agevolare qualsiasi spesa che vada in questa direzione. Le spese per il conservatorio sono agevolabili, così come quelle per le scuole di musica i cori oppure le bande. In questo modo le spese per l’educazione musicale dei più piccoli saranno in parte sostenute dallo stato ovviamente antro il tetto dei mille euro. Ma vediamo come chiederlo ed i paletti messi dalla normativa.

Come averli e quali limiti ci sono

Il primo paletto all’erogazione del bonus è legato al tetto ISEE che deve essere entro i 35.000 euro. In secondo luogo tutte le spese devono essere chiaramente documentate per poter essere portate in detrazione. Ma l’Agenzia delle Entrate è intervenuta ultimamente a chiarire un aspetto molto importante di questo bonus. Infatti l’Agenzia delle Entrate ha stabilito che il Bonus musica può essere fruito da uno solo oppure anche da entrambi i genitori. Ovviamente se viene suddiviso il tetto massimo sarà dimezzato per ciascuno. Dunque il bonus musica è una bella opportunità per tutte quelle famiglie che vogliano arricchire il bagaglio culturale dei figli con le competenze del mondo della musica.