€1350 al mese per tutti e per sempre: novità molto autorevoli sul Reddito di Base

Il Reddito di Base universale ed incondizionato è un tema caldissimo.

Finalmente arriva qualche elemento di chiarezza in più sul Reddito di Base incondizionato di cui tanto si parla.

EPA/OMER MESSINGER/ANSA

Gli italiani stanno chiedendo in massa sull’apposito sito dell’Unione Europea il reddito di base incondizionato.

Ecco la cifra di cui si parla

Si tratta di una misura socialmente molto avanzata che prevede un reddito minimo erogato a ogni cittadino europeo a prescindere dall’ISEE, dal reddito o dalla ricerca attiva di un lavoro.

Pixabay

Si tratta di un tema di cui si parla con sempre maggior forza perché gli italiani che lo vogliono e che concretamente lo richiedono sul sito dell’Unione Europea crescono di giorno in giorno. Ma ultimamente è arrivata una presa di posizione molto autorevole circa questa misura. Essendo una misura europea chiaramente si discute in tutta Europa di questa forte rivoluzione dello Stato Sociale. Infatti garantire un reddito minimo a tutti sarebbe una delle più grandi rivoluzioni sociali di tutti i tempi. E’ normale quindi che il dibattito sia europeo ma in questi giorni è arrivata una presa di posizione netta che chiarisce molto riguardo questa misura.

Una presa di posizione pesante ed autorevole

La vicepresidentessa del Bundestag, Petra Pau si è detta molto favorevole all’istituzione del Reddito di Base incondizionato. Ciò è avvenuto durante la Giornata Cattolica Tedesca. La vicepresidentessa fa anche una cifra: 1350 euro al mese. Dunque una cifra notevole che ella stessa definisce una piccola rivoluzione. Dunque in favore del reddito di base è arrivata una presa di posizione molto chiara e netta da parte di uno degli esponenti politici più noti potenti ed ascoltati della politica e delle istituzioni tedesche. È solo una delle tante prese di posizione in questo senso perché ormai il reddito di base è considerato assolutamente necessario da politici economisti ed intellettuali di tutta Europa e non solo.

Gli italiani lo chiedono in massa

Ormai è assolutamente chiaro che il numero dei posti di lavoro disponibili andrà sempre più diminuendo a causa dell’automazione della meccanizzazione. Recentemente anche Elon Musk ha sottolineato come l’introduzione di un reddito di base universale sarà sempre più fondamentale perché i posti di lavoro saranno sempre meno e saranno anche pagati sempre di meno. Di conseguenza prima si introduce il reddito di base è meglio è. Per gli italiani che vogliono richiedere questa rivoluzionaria misura, così come per qualsiasi altro cittadino europeo, la modalità è estremamente semplice. Basta sottoscrivere la raccolta di firme di iniziativa popolare sull’apposito sito dell’Unione Europea. È importante però essere molto veloci perché il termine ultimo per la raccolta delle firme è il 25 giugno di quest’anno.