Blackout a catena: “come sopravviveremo in Italia?” Fai subito queste scorte

L’Europa dipende fortemente per quanto riguarda il gas dalla Russia di Putin.

Eppure la Russia ha ridotto in modo importante le forniture all’Europa e minaccia di chiudere definitivamente.

ANSA/US PALAZZO CHIGI/FILIPPO ATTILI

Ma sono anche gli stati europei a voler manifestare la volontà di liberarsi dalla dipendenza del gas russo una volta per sempre.

La fine del gas russo

La fine delle forniture del gas Russo in Europa avrebbe conseguenze veramente devastanti.

Pixabay

Chiaramente l’Unione Europea vuole punire la Russia per la brutale aggressione dell’Ucraina ma allo stesso tempo sa bene che senza il gas Russo si rischia tanto. Ed è soprattutto l’Italia a rischiare tanto visto che è uno dei paesi che maggiormente hanno bisogno del gas proveniente dal paese di Putin. Secondo alcuni studiosi se l’Italia smettesse di ricevere i gas russo si rischierebbero addirittura un milione di posti di lavoro. Vediamo perché è vediamo soprattutto perché il rischio blackout sarebbe molto forte.

Numerosi effetti negativi

La Russia già interrotto le forniture di gas ad altri paesi europei che adesso sono in seri guai. Se dovesse interrompere la fornitura di gas anche all’Italia le bollette di gas ma anche di energia subirebbero l’ennesima durissima impennata e per troppe famiglie sarebbe impossibile andare avanti. Ulteriori rincari per tantissime aziende italiane sarebbero fatali e si rischierebbero appunto fino ad un milione di posti di lavoro. Ma la fornitura di gas russo è preziosa perché senza di essa produrre energia diventerebbe complicato e costoso. Quindi bollette che aumentano per famiglie ed aziende ma anche difficoltà a produrre e quindi blackout potrebbero essere diffusi e su vasta scala. Il problema dei grandi blackout è un problema da non sottovalutare nel modo più assoluto. Vediamo che cosa succede se dovessero partire i grandi blackout a catena. Per le famiglie il disagio sarebbe fortissimo e renderebbe ancora più esasperante la situazione. Le aziende avrebbero ancora più difficoltà a produrre e sarebbero costrette ad interrompere i cicli produttivi senza preavviso.

I grandi blackout

Rispettare scadenze e ordinativi diventerebbe quasi impossibile e questo aggiungerebbe danni a danni. Inoltre i grandi blackout a catena creerebbero anche notevoli problemi sul fronte del crimine e su quello dell’ordine pubblico. La polizia e le varie forze dell’ordine trovandosi a dover pattugliare città completamente al buio avrebbero grande difficoltà a prevenire i fenomeni criminali ed atti di vandalismo e saccheggio sicuramente si moltiplicherebbero. È già successo nella storia che durante i grandi blackout il crimine abbia subito una vera e propria impennata. I cittadini hanno giustamente paura delle ipotesi dei grandi blackout a catena. Infatti in altri paesi europei già da tempo si fanno scorte di bombole di gas e di grandi batterie energetiche. Anche gli italiani cominciano a fare queste scorte e diventano sempre più caldi i discorsi relativi alle mini pale eoliche e ai pannelli solari per produrre autonomamente energia.