Devi inviare questa comunicazione all’Agenzia delle Entrate entro il 30 giugno o pagherai €90 in più

In questo periodo andare avanti per le famiglie non è affatto semplice.

Tuttavia esiste una semplice comunicazione che può farti risparmiare €90 ma è importante inviarla entro il 30 giugno.

ANSA/ UFFICIO STAMPA

Questa comunicazione all’Agenzia delle Entrate può far risparmiare ad ogni contribuente italiano €90 l’anno e quindi è importante capire di che si tratta.

Una comunicazione da inviare subito

Pagare le tasse ovviamente è un dovere e quando una tassa viene istituita chiunque non la paghi di fatto diventa un evasore fiscale.

Pixabay

Eppure esistono delle tasse che possono essere non pagate a certe condizioni. Una di queste è proprio una delle tasse più odiate dagli italiani stiamo parlando del canone RAI. Infatti il canone RAI è una tassa detestata dagli italiani che addirittura qualche anno fa avevano indetto un referendum per privatizzare la RAI in modo tale da non doverla più pagare con il canone. Anche se gli italiani votarono per privatizzare in realtà non se n’è mai fatto niente. Eppure il canone RAI può essere legalmente non pagato. Non stiamo parlando ovviamente di evaderlo ma stiamo parlando della procedura legale per non pagare il canone.

Come si fa a non pagarlo

E questo diventa importante anche perché dall’anno prossimo tante cose cambieranno per il canone RAI. Infatti dall’anno prossimo il canone RAI uscirà dalla bolletta e sarà pagato in modo diverso. Ma c’è anche il rischio che dagli attuali €90 il canone RAI possa salire parecchio. Infatti la RAI vorrebbe un aumento del canone perché una volta che questa tassa sarà fuori dalla bolletta evaderla sarà molto più semplice e l’azienda teme un calo degli introiti. Ma vediamo come si fa a non pagare legalmente il canone RAI.

Come funziona la domanda di esonero

Per non pagare il canone della TV pubblica bisogna inviare un’apposita domanda nella quale si certifica di non avere in casa TV o computer. In sostanza bisogna sostenere di non avere in casa apparecchi che siano adatti a ricevere il segnale della TV pubblica. Se si fa questa comunicazione entro il 31 gennaio non si paga il canone RAI per tutto l’anno. Se invece si fa questa comunicazione entro il 30 giugno non si paga il canone RAI per il secondo semestre dell’anno. Ma ci sono due precisazioni da fare. La prima è che la domanda va ripresentata ogni singolo anno. Dunque ogni anno bisogna fare sempre la stessa domanda altrimenti non si beneficia dell’esonero. E poi ovviamente bisogna dire la verità perché ci sono multe se si asserisce il falso.