Torna l’incubo spread: schizza a 233, cambierà così le nostre vite “come faremo ora”

Lo spread è schizzato a 233 alla fine di una settimana molto complessa.

Cerchiamo di capire che cosa vuol dire spread e perché questo repentino aumento è pericoloso per l’Italia.

ANSA/ALESSANDRO DI MEO

Spread è una di quelle parole economiche che sembrano molto complesse ma in realtà non è difficile da spiegare in termini semplici. Ogni paese del mondo emette titoli di Stato.

Cosa sta succedendo e cosa cambia per gli italiani

Questi titoli di stato hanno un rendimento. Più il paese è solido e più il rendimento sarà basso.

Pixabay

Viceversa più il paese è a rischio ed è instabile economicamente e più il rendimento dei suoi titoli di Stato sarà elevato. Lo spread non è altro che la differenza di rendimento tra i titoli di Stato italiani e i titoli di Stato tedeschi. In sostanza uno spread alto significa che le condizioni economiche dell’Italia sono instabili mentre uno spread basso significa che le condizioni economiche del nostro paese sono giudicate in modo favorevole. Ma che cosa ha fatto impennare così tanto lo spread e che cosa rischia il nostro paese? Sono tante le cause dell’aumento dello spread che hanno portato questo indicatore fino al valore di 233.

Per la vita degli Italiani tante incognite

Con l’arrivo di Draghi al governo si sperava che lo spread sarebbe rimasto sempre basso e molti formulavano questa previsione. Per quanto il premier Mario Draghi goda di un grande credito dal punto di vista internazionale ovviamente non può avere il controllo di tutti i fattori che governano l’economia nazionale e soprattutto internazionale. La guerra in Ucraina e la terribile inflazione hanno colpito duramente il nostro paese. L’aumento repentino dei prezzi ha messo in ginocchio le famiglie e le imprese che oggi hanno più difficoltà che mai a produrre con questi prezzi proibitivi.

Le fragilità dell’Italia

Inoltre in Italia la disoccupazione è molto elevata ed anche la povertà è cresciuta molto. In Italia sono tante le persone in condizioni di povertà assoluta e questo chiaramente rende il paese più instabile. Inoltre il nostro paese rischia di andare in recessione e questo potrebbe bruciare tantissimi posti di lavoro. Insomma sono tante le incognite che pesano sull’economia italiana e che potrebbero mettere in serie difficoltà il nostro paese. Si tratta in parte di problemi antichi come il forte divario tra ricchi e poveri e lo stato Sociale carente così come la bassa produttività. In parte si tratta di grandi emergenze internazionali che colpiscono un po’ tutti i paesi come l’inflazione e la crisi alimentare.