Le destre vincono in Europa e rendono più difficile il ritorno all’austerità, cambia tutto

L’Unione Europea aveva già deciso di imboccare progressivamente la via dell’austerità.

Sostanzialmente le autorità europee avevano già pronto un programma fatto di innalzamento dei tassi, politiche restrittive e aumento delle tasse.

EPA/STEPHANIE LECOCQ/ANSA

Insomma la ricetta che l’Unione Europea stava preparando per i cittadini era veramente amara.

Gli europei non vogliono l’austerità

Per far fronte alla alta inflazione e ai bilanci problematici di alcuni paesi tra i quali soprattutto l’Italia, l’Unione Europea voleva tornare con decisione alla classica ricetta dell’austerità.

Pixabay

Tanti europei già tremavano a questa prospettiva. Austerità in parole povere significa notevole aumento delle tasse e diminuzione degli aiuti sociali. Ma significa anche condizioni più dure per l’economia a causa dell’ aumento dei tassi che rischia di far crollare le borse e rischia anche di mandare in recessione molti paesi europei. Tutto questo in un momento in cui la guerra in Ucraina e i prezzi delle materie prime mettono già fortemente in difficoltà tanto le famiglie che le imprese. La tensione sociale aumenta in Europa ma proprio questo offre nuova energia alle destre antieuropeiste.

Le destre guadagnano forza e sbarrano la strada all’austerità

La sberla che Macron ha preso in Francia non è un dato isolato. Tutte le ultime elezioni che si sono tenute in Europa hanno visto la sinistra indebolirsi e le destre diventare sempre più forti. Il programma delle destre europee è molto semplice: impedire l’austerità. Mentre i partiti di sinistra in Europa vedono la via dell’austerità come l’unica che possa salvare il continente da conseguenze economiche peggiori, la destra propone una ricetta diversa che faccia respirare nell’immediato le famiglie e le imprese.

Cosa accadrà in Europa

Dunque la via dell’austerità che sembrava assolutamente scontata per i cittadini europei oggi viene messa in forse. Quello che molti si aspettano è che più l’Europa stringerà sul fronte dell’austerità e più offrirà nuova forza alle destre che vi si oppongono. La partita è ovviamente molto aperta ma quello che emerge dal risultato francese e da altri risultati europei è molto chiaro: i cittadini europei non vogliono l’austerità perché sono già sfiniti da condizioni esistenziali troppo dure.