Bonus di €800 mensili solo ad alcuni lavoratori dall’INPS, chi beneficia e chi no

In questo periodo i lavoratori italiani sono a caccia di aiuti e di bonus perché mentre gli stipendi sono sempre più bassi il costo della vita aumenta sempre.

La situazione lavorativa italiana è veramente delicatissima e mentre si parla di salario minimo e di aiuti al reddito, il paese continua a scontare una disoccupazione molto forte.

ANSA / ETTORE FERRARI

Vediamo il forte aiuto da €800 mensili e chi può effettivamente beneficiarne.

Un aiuto molto forte con dei paletti precisi

La piaga della disoccupazione in Italia è forte soprattutto al sud.

Pixabay

Secondo gli ultimi dati nel meridione ci sono più disoccupati di lungo corso che in tutta la popolosa Germania. Ma a patire sono anche gli autonomi che scontano più di tutti gli aumenti delle materie prime. Certamente una situazione pesantissima alla quale il governo non riesce a trovare una soluzione. Ma si può ancora richiedere l’indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa. Infatti entro il 31 ottobre questa misura può essere ancora richiesta da chi ha diritto. È importante però ricordare che nel triennio che va dal 2021 al 2023 la domanda per l’indennità può essere richiesta solo una volta.

Come richiedere questo aiuto importante

Questo significa che se la si è richiesta lo scorso anno non si può richiedere più. Ma significa anche che se la si richiede quest’anno non sarà possibile richiedere questo aiuto per l’anno prossimo. E’ la circolare numero 94 del 2021 dell’INPS a fissare i requisiti. A poter beneficiare sono i liberi professionisti che siano iscritti alla gestione separata INPS. Se si è prodotto nell’anno precedente un reddito inferiore alla metà della media dei redditi dei tre anni ancora precedenti si può presentare la domanda.

Compatibilità con altre misure

Tuttavia per presentare la domanda c’è anche un ulteriore paletto. Infatti nell’anno precedente il reddito non deve essere stato oltre gli €8.145. Non può presentare la domanda chi non ha i conti in ordine relativamente alla contribuzione previdenziale. Inoltre non può neppure chiedere questa misura chi abbia la partita IVA da meno di 4 anni. Inoltre questa misura non può neppure essere chiesta da chi abbia il reddito di cittadinanza oppure un trattamento pensionistico. Non c’è invece incompatibilità con un’eventuale invalidità. È fornito per sei mensilità. La cifra oscilla tra i 250 euro e gli 800 euro mensili. La domanda si può presentare entro il 31 ottobre 2022 autenticandosi sul sito tramite le consuete modalità.