La macchina dei mutui può fermarsi in tutto il mondo? Quali conseguenze ci aspettano

Alle volte non ci si pensa ma i mutui rappresentano una grande industria globale e ricchissima.

Si tratta di un’industria colossale che mischia credito ed immobiliare e che vale veramente una montagna di soldi.

Pixabay

La grande macchina dei mutui non dorme mai e abbraccia tutto il pianeta. Questo succede perché letteralmente in tutto il pianeta ci sono famiglie che vogliono acquistare casa o imprese che hanno bisogno di acquistare uffici e capannoni.

Che succede se si ferma

Ma quando il mondo dell’immobiliare appare in bolla c’è il serio rischio che la macchina dei mutui si fermi.

Pixabay

Finché le cose vanno bene la bolla può continuare a crescere e tutto sembra andare per il meglio ma quando poi la bolla sull’immobiliare scoppia ecco che la macchina dei mutui si ferma e sono tanto le famiglie che le imprese che le banche a pagare il prezzo più alto. Oggi la macchina dei mutui negli Stati Uniti sta rallentando in maniera pericolosa. Il ricchissimo comparto dei mutui immobiliari americani mostra numeri che denotano una sofferenza profonda.

Perché sta rallentando

Questo non sorprende gli analisti perché l’aumento dei tassi impresso dalla Federal reserve ha reso i mutui decisamente più sconvenienti. Per anni i mutui sono stati convenientissimi tanto negli Stati Uniti che in Italia. Infatti con i tassi praticamente a zero acquistare un immobile con i mutui era molto vantaggioso. La rata del mutuo era molto bassa e famiglie ed imprese erano incoraggiate ad acquistare. Ma adesso con un’inflazione che in Italia è all’8% mentre negli Stati Uniti è addirittura oltre il 9% le banche centrali dovranno diventare durissime sul fronte dei tassi. I tassi alti imposti dalle banche centrali si rifletteranno sul mercato dei mutui e già lo stanno facendo.

Una bolla come quella del 2008

Se la grande macchina dei mutui dovesse incepparsi o fermarsi del tutto potrebbe scoppiare una bolla immobiliare come quella del 2008. Vari analisti stanno facendo dei parallelismi tra la situazione attuale e quella del 2008. Non sono due situazioni identiche ed anzi le differenze non mancano. Tuttavia se i tassi dovessero continuare ad aumentare il mondo dei mutui potrebbe rallentare tanto o addirittura fermarsi e le conseguenze potrebbero essere devastanti tanto per l’immobiliare che per la finanza. Per le famiglie potrebbe diventare difficilissimo comprare casa e quelle che sono già impegnate con un mutuo potrebbero vedere la loro situazione diventare particolarmente gravosa.