RdC: ufficiale, cambia DID e riquadri F,G, dopo le elezioni cambierà in questi 3 modi

Attenzione alle nuove disposizioni per quello che riguarda il reddito di cittadinanza da luglio e vediamo anche come può cambiare dopo le elezioni.

Da luglio c’è una importante novità per quello che riguarda il reddito di cittadinanza, infatti la famosa did cambia.

ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

Il reddito di cittadinanza è una misura molto controversa e infatti dopo le elezioni sicuramente sarà profondamente rivisto in 3 possibili modi.

Dal 15 luglio entrano in vigore le novità sulla DID

Ma prima di vedere come evolverà il reddito di cittadinanza dopo le elezioni, concentriamoci sulla modifica scattata il 15 luglio.

Pixabay

Infatti le novità della legge di bilancio del 2022 diventano attive proprio dal 15 luglio. Con il messaggio numero 2.820 del 14 luglio l’INPS ha chiarito che la did ovvero la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro diventa automatica. Quindi quando si fa la richiesta del reddito di cittadinanza non c’è più bisogno di presentare la did perché viene presentata automaticamente. Quindi la domanda di reddito di cittadinanza che non accluda anche la did non è valida.

Tutte le novità e come cambierà dopo le elezioni

Quindi ora per fare domanda del reddito di cittadinanza bisogna spuntare i quadri f e g. In questo modo si certifica di essere consapevoli che con la domanda del reddito di cittadinanza si sta automaticamente presentando anche la did. La Did è la dichiarazione di essere già pronto ad essere inserito nel mercato del lavoro. Ma sarà dopo le elezioni che il reddito di cittadinanza cambierà in modo radicale. Ci sono sostanzialmente tre possibilità. Innanzitutto il reddito di cittadinanza potrebbe venire ridimensionato.

Le novità del centro-destra

Infatti Giorgia Meloni e gli altri leader del centrodestra hanno sempre fortemente avversato il reddito di cittadinanza e quindi è molto probabile che dopo le elezioni risulti fortemente dimagrito. Ma c’è anche un’ipotesi ancora peggiore per i beneficiari. Infatti potrebbe anche essere che il reddito di cittadinanza venga proprio cancellato dal governo di centrodestra. Ma c’è ancora un’altra possibilità cioè che il reddito di cittadinanza sia sostituito con l’assegno di solidarietà proposto dalla Meloni. Questo assegno è qualcosa di simile al RdC ma si può avere solo per dodici mesi con ISEE entro i 15000 euro.