PC e tablet gratis per il ritorno a scuola: ora si può, dono per le famiglie

Le facilitazioni per pc e tablet che c’erano durante il periodo della didattica a distanza ora non ci sono più eppure c’è il modo di avere PC e tablet gratis per il ritorno a scuola.

Durante il periodo della didattica a distanza il governo aveva messo in campo aiuti per avere pc e tablet in comodato con modalità molto convenienti.

ANSA/US PALAZZO CHIGI/FILIPPO ATTILI

Tante famiglie avevano approfittato di quelle opportunità per avere pc e tablet in modo gratuito o comunque agevolato.

PC e tablet gratis: ecco il nuovo aiuto per la scuola

Ora la didattica a distanza non c’è più e quindi si potrebbe pensare che pc e tablet non siano così importanti per lo studente.

Pixabay

Ciò è assolutamente falso. La scuola oggi presuppone questi strumenti e chi non ce li ha risulta fortemente penalizzato. ecco perchè è importante un aiuto alle famiglie proprio per l’acquisto di pc e tablet. Prima di vedere questo aiuto concreto per il rientro a scuola va sottolineato che c’è una particolare regione che uno bonus di 500 euro sul PC lo eroga anche ai non studenti. Si tratta della regione puglia col suo bonus pc entro i 9000 euro di isee.

PC e tablet: l’aiuto per gli studenti

Ad aiutare gli studenti  dotarsi di pc e tablet sono proprio le regioni italiane. Infatti sono le regioni a mettere in campo i bonus scuola per l’inizio del nuovo anno scolastico. Queste borse di studio rapportate all’ISEE danno più soldi quanto più l’ISEE sia basso. Ogni regione eroga queste borse di studio per gli ISEE bassi in modo autonomo e quindi bisogna capire quanto la propria regione eroga ad ogni famiglia. Vediamo come funziona.

L’aiuto prezioso per gli studenti

Andando sul sito della propria regione bisognerà cercare il bando per la scuola. Proprio questo bando potrà consentire di capire se la propria famiglia rientra nei paletti per avere i bonus per la scuola e se questi bonus consentono anche l’acquisto di pc e tablet oppure no. Questi aiuti sono compre compatibili con l’assegno unico ma essendo locali vanno verificati caso per caso.