Bonus Cicogna 2022: €500 subito sul conto, corsa alle domande dal 1 agosto, gara da non perdere

In questo periodo le famiglie italiane sono duramente provate dalla crisi economica e dall’aumento dei prezzi.

Ma la situazione più drammatica è proprio quella delle famiglie con figli. Infatti le famiglie con figli hanno tantissime spese proprio mentre lo Stato diventa più Avaro di aiuti.

Ansa

Ma adesso arriva il bonus cicogna 2022 che può mettere 500 euro nelle tasche delle famiglie.

Bonus cicogna 2022: un bell’aiuto

Si tratta di un aiuto veramente preziosissimo perché da quando è arrivato l’assegno unico universale le famiglie percepiscono decisamente di meno.

Pixabay

Infatti l’assegno unico universale è una sola erogazione di denaro che va a sostituire tantissimi bonus che esistevano prima. Per esempio il bonus alla nascita di 800 euro non esiste più. Ma adesso arriva questo bonus Cicogna erogato dall’INPS. Infatti è proprio dal primo agosto che si può chiedere sul sito dell’Inps il bonus cicogna. Chiariamo subito che la domanda può essere fatta dal primo agosto 2022 a 31 ottobre 2022.

Come funziona questo bonus

A poter fare domande per il bonus cicogna sono tutti i genitori che hanno messo al mondo un bebè ma anche quelli che lo hanno adottato. Si tratta di un assegno da 500 euro una tantum per il proprio bambino. Il bonus cicogna diventa particolarmente prezioso perché l’INPS sa bene che con i rincari andare avanti per le famiglie e veramente difficile. Il bonus cicogna è compatibile con l’assegno unico universale. Per poter richiedere il bonus cicogna è importante sapere che questo ausilio è riservato ai dipendenti iscritti alla gestione Postetelegrafonici.

Gli altri importanti bonus alla nascita

Ma un bonus bebè da 2.000 euro c’è anche per i medici ed è messo a disposizione dall’ente assistenziale e previdenziale della categoria dei medici. Inoltre dei bonus bebè sono erogati anche da alcune regioni italiane. Quindi se è vero che il vecchio bonus bebè da €800 non esiste più, il nuovo bonus Cicogna e i buoni locali messi a disposizione da province e comuni possono dare una mano a quelle tante famiglie che mettono al mondo figli oppure che li adottano nell’arco di questo 2022. Si tratta di aiuti importanti visto il crollo della natalità in Italia e visto che sono tutti compatibili con l’assegno unico.