Bonus da €800 per chi non riesce a mantenere i figli, regalo dal Governo, dono sociale

Sono davvero tante le famiglie italiane in forte difficoltà.

In Italia un lavoratore su 4 percepisce meno del reddito di cittadinanza e l’aumento del costo della vita è stato veramente fortissimo.

ANSA

Sono le famiglie con i figli a carico ad avere maggiore difficoltà. In generale chi deve mantenere dei bambini oggi si trova molto spesso in una condizione estremamente dura e precaria.

Un bonus sociale veramente fondamentale

Arriva un bonus che può erogare fino ad 800 euro al mese per quei genitori che devono mantenere i figli eppure non ce la fanno.

Pixabay

Questa misura vale proprio ad aiutare tutti quei genitori che sono tenuti all’assegno di mantenimento per i figli ma non riescono a versarlo non per cattiva volontà ma per condizioni economiche e diventate troppo avverse. Si tratta di un bonus sociale veramente importante che va ad aiutare tantissime famiglie italiane. Questa misura è una evoluzione del bonus genitori separati. Infatti il bonus genitori separati e divorziati era sicuramente una misura preziosa ma andava ad escludere le coppie di fatto.

Modificato per essere vicino a tanti genitori

Oltre a questo problema il vecchio bonus genitori separati aveva tutta una serie di limiti che ne rendevano problematico il concreto funzionamento. In sostanza il problema più forte è che il bonus che veniva erogato al genitore che doveva pagare l’assegno di mantenimento non aveva clausole di salvaguardia per evitare che il genitore tenesse per sé la cifra. Sostanzialmente il nuovo bonus per il mantenimento dei figli va ad aiutare la madre affidataria che non riesce a ricevere gli alimenti dall’ex marito. Dunque questa è proprio la situazione tipo sulla quale va ad aiutare questo bonus. Per poter chiedere questo bonus la madre affidataria o anche il padre affidatario eventualmente devono avere un reddito entro gli 8.174€.

Come ottenerlo

La condizione per poter avere il bonus per il mantenimento dei figli è che il padre che non paga gli alimenti deve aver subito un calo del reddito. In sostanza il padre deve dimostrare che non paga gli alimenti non per una sua cattiva volontà ma perché ha ridotto sospeso l’attività lavorativa dall’8 marzo 2020. Deve aver ridotto l’attività lavorativa per un minimo di 90 giorni oppure ci deve essere stata una riduzione del reddito di almeno il 30%, rispetto a quanto percepiva nel 2019. Se ci sono queste condizioni la madre affidataria può ricevere fino a 800 euro al mese per il mantenimento.