Conto in banca: attenzione ai risparmi, i nuovi rischi sono una stangata, ora ufficiale, decisione da prendere

Attenzione ai nuovi rischi sul conto in banca. Per gli italiani il conto in banca rappresenta il luogo dove sono custoditi i sudati risparmi, ma adesso bisogna stare attenti e prendere delle decisioni.

Il conto in banca rappresenta un elemento di sicurezza per le famiglie italiane. Infatti i risparmi sono certamente quel qualcosa che fa sentire le famiglie protette in caso di imprevisti.

ANSA

Ma la sicurezza delle banche, le nuove regole, l’inflazione ed un altro problema li mettono a rischio. Vediamo perchè.

Rischio banche

Con la guerra in Ucraina è emerso che tante banche italiane sono esposte in Russia.

Pixabay

Infatti sono tantissime le banche italiane che avevano fatto affari con governo russo o con aziende russe. Ma come sappiamo la Russia è vicina al default e questo può mettere in grosse difficoltà le banche. Infatti perdite troppo forti sul fronte russo potrebbero creare problemi alle banche che poi si ripercuoterebbero su chi vi tiene il denaro custodito. Ma cosa succede in Italia se fallisce una banca? Vediamo di capirlo.

Il rischio fallimento

Il fallimento di una banca è improbabile perchè comunque di norma lo Stato interviene ad aiutarla. Tuttavia in caso di fallimento i risparmi dei cittadini sono protetti dallo Stato fino alla cifra di 100.000 euro. Dunque fino a questa cifra i risparmi sono al sicuro. Ma un altro forte nemico degli italiani in questo periodo è l’inflazione. Infatti l’inflazione è ormai all’8%. Questo significa che sta facendo diminuire il valore reale dei risparmi degli italiani. In sostanza anche se teoricamente la cifra tenuta sul conto non cambia, cambia però il suo valore. Per difendersi dalla minaccia dell’inflazione gli italiani hanno due strumenti a disposizione.

Difendersi dall’inflazione con la novità

Dunque per gli italiani è necessario difendersi dall’inflazione e ci sono due strumenti per farlo. Il primo strumento sono i buoni fruttiferi postali. Si tratta di un antico investimento che oggi è tornato di moda perchè l’inflazione è forte e i rendimenti dei libretti sono aumentanti tanto. I soldi messi sui buoni fruttiferi si possono sempre riprendere e sono garantiti dallo Stato. Ma sicuramente un altro strumento utile contro l’inflazione sono i buoni del tesoro. Anche in questo caso ovviamente il danaro è garantito dallo Stato ed anche qui i rendimenti sono saliti molto.