Più soldi in busta paga contro il caro bollente di settembre: fino a 258€, nuovo dono

La stangata sulle bollette è veramente pesantissima e così il governo interviene con vari strumenti importanti.

Purtroppo il prezzo delle bollette della luce e del gas è previsto in fortissimo aumento anche in autunno.

ANSA

Questo è un vero e proprio allarme della nostra economia perché tante famiglie non ce la faranno pagare e tante imprese sono anche a rischio.

I nuovi straordinari aiuti del governo contro gli aumenti

Dal governo arrivano tutta una serie di strumenti anche innovativi per fronteggiare il caro bolletta e il bonus di 258 euro da avere direttamente in busta paga sicuramente è uno di quelli più originali. E’ sia la guerra in Ucraina che l’inflazione a fare aumentare il costo delle bollette della luce del gas ma purtroppo sono anche gli speculatori a tenere altissimi questi due costi e per le famiglie e le imprese si annuncia un autunno veramente tremendo. Vediamo come sta intervenendo il governo.

Bonus confermati e bonus nuovi

Innanzitutto il governo interviene con la conferma dei famosi bolletta.

Pixabay

Infatti nel decreto aiuti bis di agosto ha trovato posto proprio la conferma del bonus sociale sulle bollette. Secondo le ultime conferme il bonus sociale sulle bollette può essere richiesto da tutte le famiglie che abbiano un ISEE entro i 12.000 euro oppure anche delle famiglie che abbiano un ISEE entro i 20.000 euro se hanno anche quattro figli a carico. Il bonus sociale sulle bollette è sicuramente un bell’aiuto perché arriva direttamente come sconto sulla bolletta della luce e del gas. Tuttavia è ormai chiaro che questi aiuti sono piuttosto insufficienti contro i gravissimi aumenti e soprattutto diventeranno ancora più insufficienti con i terribili aumenti dell’autunno.

Il nuovo bonus contro i nuovi aumenti

Infatti in autunno Putin potrebbe chiudere definitivamente l’erogazione delle gas all’Europa e l’azione degli speculatori potrebbe farsi ancora più intensa ed e sono previsti aumenti tremendi delle bollette. Proprio per questo il governo mette in campo anche un secondo aiuto sulle bollette. Si tratta di un bonus che arriva a 258 euro direttamente in busta paga. Il governo infatti ha concesso al datore di lavoro di erogare ben 258 euro di bonus per luce e gas direttamente nella busta paga del dipendente. Ma la notizia più bella è che la soglia dei 258 euro è stata aumentata a ben 600 euro proprio nel decreto aiuti. Ricapitolando proprio nel decreto aiuti bis il bonus bolletta che il datore di lavoro può erogare in busta paga al suo dipendente scatta a ben 600 euro e questi 600 euro saranno completamente esentati dalle tasse.